Il tabaccaio di Vienna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il tabaccaio di Vienna
Screenshot scena del film Il tabaccaio di Vienna.png
Scena del Film
Titolo originaleDer Trafikant
Lingua originaletedesco
Paese di produzioneGermania, Austria
Anno2018
Durata113 min
Generedrammatico, storico
RegiaNikolaus Leytner
SoggettoRobert Seethaler
SceneggiaturaKlaus Richter, Nikolaus Leytner
ProduttoreDieter Pochlatko, Jakob Pochlatko, Ralf Zimmermann
Casa di produzioneGlory Film, EPO Film, ARD Degeto Film GMBH, Perathon Film
Distribuzione in italianoTOBIS Film
FotografiaHermann Dunzendorfer
MontaggioBettina Mazakarin
MusicheMatthias Weber
ScenografiaBertram Reite
CostumiCaterina Czepek
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani


Il tabaccaio di Vienna (Der Trafikant) è un film del 2018 diretto da Nikolaus Leytner. È basato sul romanzo omonimo di Robert Seethaler, edito nel 2012.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane diciassettenne Franz Huchel, dopo la morte del patrigno, lascia la campagna natia sull'Attersee nel Salzkammergut per recarsi nella capitale austriaca dove imparare un mestiere presso Otto Trsnjek, un reduce invalido della prima guerra mondiale, amico della madre e gerente una tabaccheria.

Qui il giovane, vissuto sino allora nell'innocenza della fanciullezza, impara un nuovo mondo fatto del lavoro, degli incontri con nuove persone e con l'amore. È l'adolescenza di un ragazzo venuto dal mondo della campagna alla città negli anni '30, tempi in cui il nazismo mostra la sua violenza verso socialisti, comunisti ed ebrei. Franz incontra nel negozio di Otto Sigmund Freud, con cui instaura una tenera amicizia fatta delle sue domande, dei suoi sogni e della scoperta del primo amore giovanile per una ragazza di nome Anezka su cui chiederà consigli proprio al medico viennese.

Un viaggio di crescita dall'infanzia alla gioventù, attraverso l'amore e i sogni così distanti dall'asprezza e grettezza del regime e dell'epoca, diviene, così nel confronto con la realtà, un momento di crescita interiore, morale e civile con una presa di coscienza individuale della realtà e del tremendo momento storico che gli si manifesta nella sua crudezza, con il suicidio come ribellione di Egon “il rosso” e poi con l'arresto del tabaccaio Otto, suo amico, con la fuga di Freud e infine con la scoperta della morte del tabaccaio nelle segrete del quartiere generale della Gestapo.

«Cosa ha senso e cosa no, si scoprirà presto»

(Franz)

Quando lo capirà e verrà a sapere, ricevuti gli effetti personali del tabaccaio, in una notte il giovane, sostituisce una bandiera nazista davanti al quartiere generale della Gestapo con i pantaloni senza una gamba di Otto in sua memoria, venendo così a sua volta arrestato e portato via.

Vienna appare poi in una scena finale, davanti alla tabaccheria, ove Anezka, della quale Franz si era invaghito e poi divenuta amante di un nazista, passa e legge sulla vetrina ormai chiusa e logora gli ultimi brandelli dei pensieri e dei sogni di Franz.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche il 12 ottobre 2018 in Austria. In Italia è stato trasmesso in prima visione televisiva su Rai 3 il 16 gennaio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema