Il sospetto (film 2012)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il sospetto
Il sospetto (film 2012).png
Mads Mikkelsen in una scena del film.
Titolo originaleJagten
Lingua originaledanese
Paese di produzioneDanimarca
Anno2012
Durata115 min
Rapporto2,35:1
Generedrammatico
RegiaThomas Vinterberg
SoggettoThomas Vinterberg, Tobias Lindholm
SceneggiaturaThomas Vinterberg, Tobias Lindholm
ProduttoreSisse Graum Jørgensen, Morten Kaufmann, Thomas Vinterberg
Casa di produzioneZentropa Entertainments, Film i Väst
Distribuzione in italianoBiM Distribuzione
FotografiaCharlotte Bruus Christensen
MontaggioJanus Billeskov Jansen, Anne Østerud
Effetti specialiMichael Holm, Martin Madsen, Dann Damgaard Sandgreen
MusicheNikolaj Egelund
ScenografiaTorben Stig Nielsen
CostumiManon Rasmussen
TruccoBjørg Serup
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il sospetto (Jagten) è un film del 2012 scritto, diretto e prodotto da Thomas Vinterberg.

Il film è stato presentato il 20 maggio 2012 al Festival di Cannes 2012, dove Mads Mikkelsen ha vinto il premio per la miglior interpretazione maschile.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lucas è un uomo danese di mezza età che, dopo la chiusura della scuola media/superiore nella quale lavorava, insegna come educatore nell'asilo nido del suo piccolo paese, nel quale è ben integrato e ha tanti amici. Separato, ha un figlio che vive con la ex moglie, e con il quale ha un buon rapporto (malgrado si sentano poco per ostruzionismo della ex). Un giorno all'asilo la piccola Klara, figlia del migliore amico di Lucas, costruisce un cuore di perline per Lucas, scrivendogli anche una lettera probabilmente "d'amore", ma una volta vistasi rifiutare dall'insegnante, nega di essere l'autrice del regalo. Poco dopo dice a Grethe, direttrice dell'asilo, di odiare Lucas, e descrive le sue parti intime in maniera inequivocabile, usando le parole pronunciate in precedenza a casa sua dagli amici del fratello, che stavano visionando materiale pornografico.

La direttrice, turbata dal sospetto di pedofilia, denuncia Lucas alle autorità che faranno partire le indagini per molestie sessuali ai danni della bambina, e ne causeranno l'arresto. Lucas viene considerato innocente per mancanza di prove e scarcerato. Tuttavia i compaesani non credono alla sua buona fede e lo aggrediscono ripetutamente, proibendogli l'accesso ai luoghi pubblici del paese, ammazzando la sua cagnolina Fanny (con la quale Klara era molto in sintonia) e provocandone il completo alienamento sociale. Dalla sua parte è rimasto soltanto un amico che non dubiterà mai di Lucas, e lo aiuterà con suo figlio Marcus, vittima anch'egli degli insulti da parte del resto della comunità.

Con il passare del tempo il padre di Klara, Theo, che prima degli avvenimenti era un grande amico di Lucas, comincia a dubitare della versione fornita dalla figlia, non ritenendo Lucas capace di una cosa del genere, e decide di rimettere tutto in discussione. I due finalmente si riappacificano, e di conseguenza Lucas viene reintegrato nella comunità. A distanza di un anno Marcus, che nel frattempo è andato ad abitare dal padre, compie l'età necessaria per acquisire il porto d'armi e va a caccia con gli adulti amici del padre. Sembra che tutto sia tornato alla normalità, e invece durante la battuta di caccia Lucas viene puntato da un fucile e mancato di poco: seppur innocente, il sospetto non sarà cancellato.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima nel maggio 2012 in concorso al 65º Festival di Cannes,[2] per poi venir distribuito in Italia da BiM Distribuzione nel novembre dello stesso anno.[3]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Pubblico[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato 15,6 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di 3,45 milioni.[4]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film ha ricevuto il 93% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 6,7 su 10 basato su 134 critiche,[5] mentre su Metacritic ha ottenuto un punteggio di 77 su 100 basato su 30 critiche.[6]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Best Actor Award, su Festival di Cannes, 27 maggio 2012. URL consultato il 18 aprile 2014.
  2. ^ a b (EN) 2012 - Competition, su Festival di Cannes. URL consultato il 19 luglio 2022.
  3. ^ (EN) Jagten (2012), su the-numbers.com. URL consultato il 19 luglio 2022.
  4. ^ (EN) Il sospetto, su Box Office Mojo, Amazon.com. URL consultato il 19 luglio 2022.
  5. ^ (EN) The Hunt, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 19 luglio 2022.
  6. ^ (EN) Il sospetto, su Metacritic, Red Ventures. URL consultato il 19 luglio 2022.
  7. ^ (EN) 2014, su Premio Oscar. URL consultato il 19 luglio 2022.
  8. ^ (EN) The Hunt, su Golden Globe. URL consultato il 19 luglio 202.
  9. ^ (EN) Film in 2013, su British Academy Film Awards. URL consultato il 19 luglio 2022.
  10. ^ (EN) Jagten, su Festival di Cannes. URL consultato il 19 luglio 2022.
  11. ^ (EN) EFA Highlights 2012 - Winners, su European Film Awards. URL consultato il 19 luglio 2022.
  12. ^ (EN) EFA Highlights 2012 - Selection, su European Film Awards. URL consultato il 19 luglio 2022.
  13. ^ (EN) EFA Highlights 2012 - Nomination, su European Film Awards. URL consultato il 19 luglio 2022.
  14. ^ (ES) Estas son las nominaciones de los PREMIOS GOYA 2014, su Premi Goya. URL consultato il 19 luglio 2022.
  15. ^ (EN) International Press Academy, The International Press Academy Announces Nominations For The 18th Annual Satellite Awards™, su PR Newswire, 2 dicembre 2013. URL consultato il 19 luglio 2022.
  16. ^ (EN) Winners & Nominations - THE AWARDS 2012, su British Independent Film Awards. URL consultato il 19 luglio 2022.
  17. ^ European Independent Film Critics Awards 2013: le nominations, su cineblog.it, 16 febbraio 2013. URL consultato il 18 aprile 2014.
  18. ^ (EN) 2014 Spirit Awards: '12 Years A Slave', 'All Is Lost', 'Frances Ha', 'Inside Llewyn Davis' & 'Nebraska' Nab Best Feature Noms, su Deadline, 26 novembre 2013. URL consultato il 19 luglio 2022.
  19. ^ (EN) Critics' Choice Awards: The Winners, su The Hollywood Reporter, 16 gennaio 2014. URL consultato il 19 luglio 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema