Chaucer (Chesterton)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chaucer
Titolo originaleChaucer
AutoreGilbert Keith Chesterton
1ª ed. originale1932
Generesaggio
Sottogenerebiografia, critica letteraria
Lingua originaleinglese

«C'è, alle spalle della nostra vita, un abisso di luce, più accecante e incommensurabile di ogni abisso di oscurità; ed è l'abisso della realtà, dell'esistenza, del fatto che le cose veramente sono, e che noi stessi siamo incredibilmente, e talvolta quasi con incredulità, reali.»

(G. K. Chesterton, Chaucer, I. La grandezza di Chaucer.)

Chaucer (Chaucer) è un saggio dello scrittore inglese G. K. Chesterton, pubblicato per la prima volta nel 1932. In esso Chesterton traccia un profilo di Geoffrey Chaucer e della sua opera principale, I racconti di Canterbury, ponendolo in contatto con il contesto della società del tempo e le divise e diverse forze che agitavano l'Inghilterra e l'Europa del XIV secolo.

Con quest'opera Chesterton intende liberare Chaucer dalla fama di scrittore polveroso e obsoleto, che può interessare solo pochi appassionati di antica letteratura, per mostrare invece il suo carattere popolare e spesso più vicino al sentire degli umili che a quello degli intellettuali.

Indice[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Chaucer del XVII secolo.
    Introduzione
  1. La grandezza di Chaucer
  2. L'età di Chaucer
  3. Vita pubblica e privata
  4. Nel giardino della letteratura cavalleresca
  5. I racconti di Canterbury
  6. Chaucer, l'uomo inglese
  7. Chaucer e il Rinascimento
  8. La religione di Chaucer
  9. La morale della storia

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • G. K. Chesterton, Il racconto del mondo. Chaucer e il medioevo, traduzione di Annalisa Teggi, Torino, Lindau, 2012, ISBN 978-88-6708-005-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura