Il principe della nebbia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il principe della nebbia
Titolo originaleEl príncipe de la niebla
AutoreCarlos Ruiz Zafón
1ª ed. originale1993
1ª ed. italiana2002
Genereromanzo
Sottogenereletteratura giovanile
Lingua originale spagnolo
AmbientazioneSponde dell'Atlantico, 1943
ProtagonistiMax Carver

Il principe della nebbia (El Príncipe de la Niebla) è un romanzo di mistero dello scrittore spagnolo Carlos Ruiz Zafón.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

«Sarebbero dovuti passare molti anni prima che Max potesse dimenticare l'estate in cui, quasi per caso, scoprì la magia[1]»

La storia è ambientata nel 1943, nel periodo della seconda guerra mondiale, quando la famiglia Carver decide di trasferirsi in una piccola cittadina spagnola affacciata sull'oceano, per sfuggire alla guerra. I precedenti proprietari della casa in cui andranno ad abitare, i signori Fleischmann, se ne erano andati dopo la morte del loro unico e desiderato figlio Jacob. Già dal primo giorno uno dei figli dei Carver, Max, si accorge di alcune inspiegabili stranezze che avvengono da quelle parti, soprattutto in seguito alla conoscenza di un giardino pieno di statue inquietanti, dietro la loro casa, alcune delle quali sembrano muoversi. Max fa presto amicizia con un ragazzo del posto, Roland. Il solitario nonno adottivo di Roland (Victor Kray) è il guardiano del faro che troneggia sulla cittadina. Max, il suo nuovo amico e Alicia (la sorella maggiore di Max) cercano di scoprire i segreti del posto e faticosamente scoprono dell'esistenza, grazie ai racconti di Victor, di un uomo molto strano che si faceva chiamare "Dottor Cain". Egli prometteva di realizzare qualunque desiderio, in cambio di obbedienza assoluta; fu proprio il signor Fleischmann ad esprimere uno di questi desideri, promettendo in cambio la vita del suo primo figlio. Fleischmann fece di tutto per non avere un figlio, ma dopo la notizia della morte di Cain in un naufragio diede alla luce Jacob; il dottor Cain in realtà non morì e anzi andò dai Fleishmann per prendersi il bambino. Riuscì quasi nella sua impresa, ma Victor riuscì a salvare il bambino, che però era in fin di vita; per salvare suo figlio il signor Fleishmann sacrificò la propria vita a Cain e per tenere Jacob al sicuro la madre lo affidò a Victor, cambiandogli il nome. Roland non è altro che lo stesso Jacob, ancora in pericolo. Cain si risveglia dalla statua che era diventato, nel giardino dietro la casa dei Carver, pronto per prendere Jacob; i tre ragazzi lottano per salvarsi, ma alla fine Cain riesce nel suo intento, bloccando Roland (che si sacrifica per la vita di Alicia) sotto le rovine della sua imbarcazione affondata anni prima (la stessa nave coinvolta nel naufragio nel quale il dottor Cain inscenò la sua morte). Per i fratelli sarà un duro colpo. Il guardiano del faro poco dopo andrà via da quella città lasciando le chiavi del faro a Max; lui e sua sorella, da quell'estate, non rividero mai più Roland.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlos Ruiz Zafòn, Il principe della nebbia, traduzione di Bruno Arpaia, collana junior, Milano, Mondadori, 2013, ISBN 978-88-04-62728-9.
  2. ^ Scheda del libro sul sito dell'editore - Il Principe della nebbia[collegamento interrotto]
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura