Il potere delle parole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il potere della parole
Titolo originale The Power of the Words
Altri titoli Potenza della parola, La potenza delle parole
Orion.jpg
Orione, dall'Uranographia di Johann Bode
Autore Edgar Allan Poe
1ª ed. originale 1845
1ª ed. italiana 1920
Genere racconto
Sottogenere fantascienza, filosofia, orrore
Lingua originale inglese
Ambientazione Costellazione di Orione
Personaggi Oinos, Agatos

Il potere delle parole (The Power of the Words), tradotto anche come Potenza della parola e La potenza delle parole,[1] è un racconto breve scritto da Edgar Allan Poe. La storia, come Dialogo di Eiros e Charmion è scritta in forma di dialogo tra due interlocutori ed è ascrivibile, anziché al genere dell'orrore, a quello della fantascienza. La conversazione filosofica tra i due protagonisti vede come argomento alcune tesi formate dai filosofi greci Anassimene e Aristotele.

È stato tradotto per la prima volta in italiano nel 1920.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Edizioni di Il potere delle parole, su Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Fantascienza.com. (aggiornato fino al gennaio 2010)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]