Il potere dei sensi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il potere dei sensi
Poteredeisensi-2002.jpg
Una scena del film
Titolo originaleChoses secrètes
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno2002
Durata115 min
Generedrammatico, erotico
RegiaJean-Claude Brisseau
SceneggiaturaJean-Claude Brisseau
Distribuzione (Italia)Officine UBU
FotografiaWilfrid Sempé
MontaggioMaría Luisa García
MusicheJulien Civange
ScenografiaMaría Luisa García
Interpreti e personaggi

Il potere dei sensi (Choses secrètes) è un film del 2002 scritto e diretto da Jean-Claude Brisseau.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nathalie e Sandrine sono due ragazze parigine che lavorano nello stesso strip club, rispettivamente come danzatrice e barista; Sandrine è sempre stata attratta dal modo con cui Nathalie usa la sua sensualità per avere il mondo ai suoi piedi e una sera, dopo che rifiuta di prostituirsi con un cliente, le due vanno a vivere insieme nell'appartamento di Nathalie.

Spinte entrambe dal desiderio di usare i loro corpi ed ogni mezzo necessario per scalare rapidamente posizioni sociali, Nathalie indottrina Sandrine sul potere del suo corpo e dell'eros e le due riescono a farsi assumere come segretarie in un importante istituto bancario della capitale: attraverso una seduzione sempre più forte Sandrine riesce a soggiogare il suo superiore, il signor Delacroix, professionista rispettato e padre di famiglia integerrimo, finché non vengono colti in flagrante durante un rapporto a tre da Christoph, figlio del titolare dell'istituto.

Christoph è un uomo bellissimo e senza alcun codice morale, dominato solo da istinti sessuali irrefrenabili e perversi, e dopo aver licenziato Delacroix ma salvando comunque le apparenze rivela alle due amiche il suo progetto: intende sposare Sandrine per dimostrare al padre morente di essere ormai maturo e poter quindi ereditare il suo impero; fatto ciò i due divorzieranno e alla ragazza andrà una ricca "buonuscita".

Sandrine, nonostante le avvertenze di Nathalie, subisce il fascino oscuro dell'uomo, che poco dopo la invita nel suo chalet e la fa partecipare a orge e giochi erotici: Nathalie, innamorata alla follia di Christoph, viene violentemente respinta e poco dopo si celebrano le nozze di Sandrine e Christoph.

Dopo un ultimo rifiuto durante l'ennesima orgia sancita per festeggiare la morte del padre e l'acquisizione dell'eredità di parte di Christoph, Nathalie perde la ragione e gli spara a morte, lasciando Sandrine unica erede di tale fortuna. Anni dopo le due si rincontrano, una donna in carriera e l'altra finalmente con una famiglia, e si salutano con un bacio sulla guancia.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • France Culture Award - Regista dell'anno a Jean-Claude Brisseau

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]