Il mio miglior nemico (film 2006)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il mio miglior nemico
Il mio miglior nemico.png
Achille e Orfeo in una scena del film
Titolo originaleIl mio miglior nemico
Paese di produzioneItalia
Anno2006
Durata106 min
Generecommedia
RegiaCarlo Verdone
SoggettoCarlo Verdone, Silvio Muccino, Pasquale Plastino, Silvia Ranfagni
SceneggiaturaCarlo Verdone, Silvio Muccino, Pasquale Plastino, Silvia Ranfagni
ProduttoreAurelio De Laurentiis
Produttore esecutivoLuigi De Laurentiis
Casa di produzioneFilmauro
Distribuzione in italianoFilmauro
FotografiaDanilo Desideri
MontaggioClaudio Di Mauro
Effetti specialiFabio Luongo
MusichePaolo Buonvino
ScenografiaMaurizio Marchitelli
Interpreti e personaggi

«A volte bisogna perdere tutto prima di capire ciò che davvero è importante»

(Orfeo)

Il mio miglior nemico è un film italiano del 2006, diretto e interpretato dal regista Carlo Verdone.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Achille De Bellis è un ricco manager di una grande catena alberghiera, da generazioni appartenente alla famiglia della sua consorte Gigliola. Possiede una bella casa e ha tutto ciò che un uomo possa desiderare. Mentre Gigliola è alle prese con i preparativi della festa per il loro venticinquesimo anniversario di matrimonio, Achille, un giorno, licenzia per il furto di un costoso portatile Annarita, una cameriera dell'hotel depressa cronica. Il figlio della donna, Orfeo, un cameriere ventiquattrenne costantemente pressato dalle crisi depressive della madre e da una situazione economica non esattamente delle più felici, cerca, pienamente convinto della sua innocenza, di convincere Achille a riassumerla.

Amareggiato ed arrabbiato per la totale indifferenza dimostratagli da Achille, il giovane cameriere decide di rovinargli la vita. Dopo averlo pedinato fino ad un luogo appartato fuori città, Orfeo lo scopre copulare con la giovane ed attraente cognata Ramona. Immortalata la scena in una serie di fotografie, il giovane comincia a perseguitare i due fedifraghi attraverso messaggi intimidatori e piccoli atti vandalici, sino ad arrivare a minacciare apertamente Achille di rivelare alla sua famiglia tutto sulla sua tresca. Intanto, a seguito di un incidente stradale, Orfeo conosce Cecilia, una ragazza da poco ritornata da Londra, dove frequenta l'università, con la quale instaura col passare del tempo una profonda storia d'amore. Alla festa del venticinquesimo anniversario di matrimonio di Achille con la moglie Gigliola, Orfeo, ignaro però del fatto che il padre di Cecilia sia proprio Achille, irrompe sul palco dell'orchestra e mostra agli invitati le compromettenti foto dell'infedeltà di Achille. In un solo colpo, Achille perde così la famiglia, il lavoro e l'affetto della figlia.

Cecilia, scossa e disgustata dall'ipocrisia del padre e dall'incoscienza e l'insensibilità dimostrate dal gesto di Orfeo, decide di fuggire. I due, pur non provando reciproca simpatia nei confronti dell'altro, decidono di unire le forze mettendosi in viaggio alla ricerca della ragazza. Dopo molte peripezie, all'ennesimo litigio tra i due, Achille decide di proseguire la sua ricerca ad Istanbul, in passato meta di una vacanza familiare della quale la stessa Cecilia, in una sua poesia, la rammenta come un raro momento di genuina felicità, mentre Orfeo, seguendo una sua pista, si reca a Ginevra. Quest'ultimo ha infatti la meglio, trovando la ragazza lavorare come cameriera in un bar della città elvetica, il Grand Cafè Istanbul. I due giovani, per far piacere ad Achille, si recano in Turchia, facendo credere ad Achille che sia stato lui a ritrovare sua figlia e tutto si conclude con una dolce foto tra padre e figlia scattata da Orfeo.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Orfeo Rinalduzzi (Silvio Muccino): giovane cameriere e figlio di Annarita, abbandonato dal padre ancora in fasce.
  • Achille De Bellis (Carlo Verdone): figlio di un portinaio, sposa la ricca Gigliola, erede di una catena di hotel.
  • Gigliola Duranti (Agnese Nano): moglie di Achille, sorella di Guglielmo.
  • Annarita Rinalduzzi (Sara Bertelà): madre di Orfeo, depressa cronica, lavora nell'hotel di Achille.
  • Guglielmo Duranti (Paolo Triestino): fratello di Gigliola, cognato di Achille, direttore della catena alberghiera.
  • Ramona Duranti (Corinne Jiga): giovane moglie di Guglielmo, rumena, amante di Achille.
  • Cecilia De Bellis (Ana Caterina Morariu): figlia di Achille e Gigliola, fidanzata di Orfeo, è una ragazza alla ricerca di sé stessa e desidera molto un padre.
  • Riccardo (Leonardo Petrillo): sposato, è l'amante di Annarita, odiato da Orfeo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film di Verdone è stato girato in scene tra Roma, Frascati, Sabaudia, il Lago di Como, Ginevra e Istanbul, luogo dove si conclude la vicenda. Il film ha ricevuto 12 candidature ai David di Donatello 2006, senza vincerne nessuno.

Pubblicità indiretta[modifica | modifica wikitesto]

Nel film sono presenti esempi di pubblicità indiretta:

  • Vodafone: Appare nella presentazione del film dove Achille, partecipando ad un congresso, si trova vicino il manifesto della compagnia telefonica, durante una telefonata tra Orfeo e Achille e durante un messaggio tra Cecilia e lo stesso Achille.
  • Birra Moretti: Mentre Orfeo lavora, la tovaglia dei tavoli del bar e il gazebo dello stesso porta questo sponsor; che si nota anche quando Orfeo va allo sfasciacarrozze e incontra un amico che beve proprio questa birra.
  • Acqua Lete: Quando Achille incontra Orfeo nel ristorante è presente in tutti i tavoli, anche sul comodino dell'albergo.
  • ThinkPad: Si nota l'etichetta sul computer di Achille, sulla penna USB e su un cd inserito da Achille in un computer.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 10 marzo 2006.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato campione di incassi in Italia. Un weekend d'esordio con 5.000.000 euro incassati. In totale ha realizzato un box-office di circa € 18.598.000.

Home Video[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha avuto una versione in DVD, con l'aggiunta di 20 minuti di scene inedite, guida al backstage, e il trailer originale del film.

Dettagli Tecnici[modifica | modifica wikitesto]

  • Formato dischi: Doppio strato
  • Formato video: 1.85 PAL Anamorfico
  • Tracce audio: Italiano Dolby Digital - 5.1
  • Sottotitoli: Italiano (non udenti)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema