Il giorno più lungo (saggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il giorno più lungo
Titolo originaleThe Longest Day. June 6, 1944
AutoreCornelius Ryan
1ª ed. originale1959
1ª ed. italiana1961
Generereportage
Sottogenereseconda guerra mondiale
Lingua originale inglese
AmbientazioneNormandia
Preceduto daOne Minute to Ditch
Seguito daL'ultima battaglia (The Last Battle)

Il giorno più lungo, 6 giugno 1944 è un libro di Cornelius Ryan pubblicato per la prima volta nel 1959, che racconta la storia del D-Day, il primo giorno dello sbarco in Normandia durante la seconda guerra mondiale.

Dal libro è tratto l'omonimo film del 1962, Il giorno più lungo.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

Il libro non è solo una storia militare, ma prevalentemente un racconto di persone. Vengono riportate 383 testimonianze di persone che parteciparono all'invasione: militari statunitensi, inglesi, canadesi, francesi, tedeschi e civili francesi, oltre a numerosi altri documenti.[1]

È diviso in tre sezioni (l'attesa, la notte, il giorno) che ripercorrono le 24 ore dello sbarco. Il titolo è tratto da una frase del feldmaresciallo Erwin Rommel[1]

« ... le prime ventiquattr'ore dell'invasione saranno decisive...per gli Alleati, e per la Germania, sarà il giorno più lungo »

Nella prima parte, l'autore descrive tra l'altro in modo dettagliato la tensione del generalfeldmaresciallo Rommel e di tutta l'armata B. Lo sbarco era imminente, ma i servizi d'informazione del Terzo Reich non riuscirono ad indicare la data del "D-Day" con precisione, e nemmeno il luogo previsto nei piani degli Alleati.
La seconda parte narra quel che successe nella notte del giorno 6 giugno 1944, quando una grossa "armada" (definita così dall'autore) di navi, sottomarini, trasporti ecc. navigava minacciosa verso le coste della Normandia: Utah Beach, Omaha Beach, Gold Beach e Juno Beach, Sword Beach. I paracadutisti delle divisioni alleate si erano lanciati per prendere possesso di alcuni punti di vitale importanza.
Segue nella terza parte la descrizione delle sanguinose battaglie sulle spiagge e nell'immediato entroterra.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cornelius Ryan, Il giorno più lungo

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il giorno più lungo. 6 giugno 1944: sbarco degli Alleati in Normandia, traduzione di Antonio De Falco, Collana Memorie e documenti, Milano, Garzanti, 1961, pp. 288+32 fotografie.; Collana I rossi e i blu, Garzanti, 1968
  • Il giorno più lungo, Collana Storica n.12, TEA, 1994-1998, pp. 487.
  • Il giorno più lungo, Collana Superbur saggi, Milano, BUR, 2003, ISBN 978-88-17-10728-0.
  • (EN) The Longest Day: The D-Day 7Oth Anniversary Collector's Edition. Over 100 Photographs Plus 30 previously unpublished, Introduction by Doug McCabe, London, Carlton Books, 2014, ISBN 978-0-233-00413-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]