Il giardino segreto (film 1949)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il giardino segreto
Titolo originaleThe Secret Garden
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1949
Durata92 min
Dati tecniciB/N e a colori
rapporto: 1.37 : 1
Generedrammatico
RegiaFred M. Wilcox
SoggettoFrances Hodgson Burnett
SceneggiaturaRobert Ardrey
ProduttoreClarence Brown
Casa di produzioneMetro-Goldwyn-Mayer (MGM) (controlled by Loew's Incorporated)
Distribuzione (Italia)MGM (1950)
FotografiaRay June
MontaggioRobert Kern
Effetti specialiA. Arnold Gillespie e Warren Newcombe
MusicheBronislau Kaper
ScenografiaCedric Gibbons e Urie McCleary
Edwin B. Willis (arredamento)
CostumiWalter Plunkett
TruccoJack Dawn
Sydney Guilaroff (hair styles designer)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il giardino segreto (The Secret Garden) è un film del 1949 diretto da Fred M. Wilcox e tratto dall'omonimo romanzo di Frances Hodgson Burnett.

Nella versione originale del film sono presenti alcune scene girate in Technicolor[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che i suoi genitori sono morti in un'epidemia di colera, la dodicenne Mary Lennox ritorna dall'India in Inghilterra per essere accolta in casa di suo zio Archibald, un uomo profondamente segnato dalla morte della moglie avvenuta dieci anni prima. Nella casa vive anche il cugino Colin, un bambino malato al quale Mary racconta di un piccolo giardino nascosto che lei e il suo amico Dickon hanno scoperto nella tenuta dello zio (e fu proprio lo zio a farlo recintare con un muro, essendo il luogo dove l'amata moglie trovò la morte). Grazie alla compagnia di Mary e Dickon e alle giornate trascorse a giocare nel giardino segreto, Colin riuscirà a guarire e a ristabilire un nuovo rapporto d'affetto col padre.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) (controlled by Loew's Incorporated).

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 ne è stato realizzato un remake (Il giardino segreto (The secret garden)) diretto dalla regista Agnieszka Holland.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionario dei Film 1996, a cura di Paolo Mereghetti, Baldini & Castoldi, Milano, 1996.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema