Il figlio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il figlio
Il figliо.png
una scena del film
Titolo originaleLe Fils
Paese di produzioneBelgio, Francia
Anno2002
Durata103 min
Generedrammatico
RegiaJean-Pierre e Luc Dardenne
SceneggiaturaJean-Pierre e Luc Dardenne
ProduttoreJean-Pierre e Luc Dardenne, Denis Freyd, Arlette Zylberberg (produttore associato)
Produttore esecutivoOlivier Bronckart
Casa di produzioneLes Films du Fleuve, Archipel 35, RTBF
Distribuzione (Italia)Lucky Red Distribuzione
FotografiaAlain Marcoen
MontaggioMarie-Hélène Dozo
ScenografiaIgor Gabriel
CostumiMonic Parelle
TruccoTina Kopecka
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Il figlio (Le Fils) è un film del 2002 scritto e diretto da Jean-Pierre e Luc Dardenne.

Presentato in concorso al 55º Festival di Cannes, ha ricevuto una menzione speciale della giuria ecumenica, mentre il protagonista Olivier Gourmet ha ricevuto il premio per la migliore interpretazione maschile.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Olivier insegna falegnameria in un centro che si occupa del reinserimento di ragazzi disadattati e usciti dal riformatorio. Un giorno un assistente sociale gli propone di accogliere come apprendista il sedicenne Francis, reduce da 5 anni di riformatorio per aver ucciso un bambino.

Olivier in un primo momento rifiuta, ma poi accetta. Il giorno dopo riceve la visita della sua ex-moglie, Magali, che lo informa di essere incinta e dell'intenzione di risposarsi a breve. Lui le comunica quanto accaduto al centro e la sua volontà di prendere in tutela Francis, chiarendo così allo spettatore come l'adolescente sia stato responsabile della morte del loro figlio cinque anni prima. Sconvolta, chiedendogli il motivo di una tale scelta, Olivier risponde di non saperlo. Probabilmente, insegnandogli un mestiere, vuole dare al ragazzo una possibilità, augurandosi di non rivederlo né sentir parlare di lui in futuro.

Oliver inizia ad osservare scrupolosamente, a volte anche a spiare, Francis e le sue poco raccomandabili frequentazioni, scettico su un suo recupero. L'uomo lo tratta freddamente ma con professionalità. L'adolescente si dimostra un allievo modello, avendo per l'altro un rispetto ed un'ammirazione assoluti. La verità diverrà evidente. Francis teme una vendetta ma poi si convince delle intenzioni benevole di Olivier.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

L'autorevole rivista del British Film Institute Sight & Sound l'ha indicato fra i trenta film chiave del primo decennio del XXI secolo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 2002, festival-cannes.fr. URL consultato il 7 luglio 2011.
  2. ^ (EN) Sight & Sound’s films of the decade, su bfi.org.uk. URL consultato l'8-6-2010 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema