Il dottor Antonio (miniserie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il dottor Antonio
PaeseItalia
Anno1954
Formatominiserie TV
Generedrammatico
Puntate4 Modifica su Wikidata
Duratan.d.
Lingua originaleitaliano
Dati tecniciB/N
rapporto: n.d.
Crediti
RegiaAlberto Casella
Soggettodal romanzo Il dottor Antonio di Giovanni Ruffini
SceneggiaturaAlberto Casella (adattamento televisivo)
Interpreti e personaggi
Casa di produzioneRai - Radiotelevisione italiana
Prima visione
Dal16 novembre 1954
Al7 dicembre 1954
Rete televisivaProgramma Nazionale
Opere audiovisive correlate
PrecedentiIl dottor Antonio, film del 1937

Il dottor Antonio è uno sceneggiato televisivo trasmesso dal Programma Nazionale della Rai nel 1954.

Adattato dal romanzo omonimo di Giovanni Ruffini e diretto da Alberto Casella, fu il primo romanzo sceneggiato trasmesso dalla televisione italiana di stato che stava a quell'epoca completando il suo primo anno di programmazione.

Inserito nel palinsesto del martedì alle ore 21, andò in onda dal 16 novembre al 7 dicembre.

L'argomento dello sceneggiato - che annovera fra gli interpreti un giovane Corrado Pani ed un inedito Alighiero Noschese - ricalca quello dell'ardore risorgimentale evidenziato dal romanzo originale di Ruffini.

Primo sceneggiato televisivo[modifica | modifica wikitesto]

Come sottolinea l'Enciclopedia della televisione[1], questo teleromanzo fu un po' il "padre" di tutti gli sceneggiati quale primo esempio di una lunga serie di lavori analoghi che sarebbero stati prodotti negli anni successivi dalla nascente Rai.

Giunse sui teleschermi dopo un'ampia campagna pubblicitaria condotta dal Radiocorriere che, per l'occasione, indisse un concorso (Nuovi volti per la TV) per cercare i protagonisti della nuova produzione.

Il successo dello sceneggiato fu notevole e individuabile principalmente nel pubblico femminile che mostrò subito di amare questo genere narrativo in chiave televisiva.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Grasso A. (a cura di), Enciclopedia della televisione, Garzanti, 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione