Il dono (Nabokov)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il dono
Titolo originaleДар (Dar)
AutoreVladimir Vladimirovič Nabokov
1ª ed. originale1937
1ª ed. italiana1966
GenereRomanzo
Lingua originale russo
AmbientazioneBerlino

Il dono è l'ultimo romanzo che Vladimir Nabokov scrisse in russo ed è considerato una sorta di addio al mondo che lo scrittore si stava lasciando alle spalle: ha come protagonista la letteratura russa. Nabokov lo scrisse tra il 1935 e il 1937, durante la sua permanenza a Berlino, e fu pubblicato sotto lo pseudonimo di Vladimir Sirin.

Il quarto capitolo de Il dono, una pseudobiografia di Nikolaj Černyševskij, fu censurato e non pubblicato dal giornale che pubblicò gli altri quattro capitoli che compongono il libro. Il protagonista della storia è Fyodor Godunov-Cherdyntsev, uno scrittore russo che vive a Berlino.

Il figlio di Nabokov, Dmitri, tradusse il primo capitolo del libro dal russo all'inglese e Michael Scammell fece lo stesso per i capitoli rimasti. Nabokov supervisionò la traduzione integrale nel 1961.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4304714-2
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura