Il delizioso peccatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il delizioso peccatore
Titolo originale The Exquisite Sinner
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1926
Durata 60 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere sentimentale, drammatico
Regia Josef von Sternberg rimpiazzato durante le riprese da Phil Rosen
Robert Florey (aiuto regista)
Soggetto dal racconto Escape di Alden Brooks
Sceneggiatura Josef von Sternberg, Alice D.G. Miller
Joe Farnham (didascalie)
Casa di produzione MGM
Fotografia Maximilian Fabian
Montaggio John W. English
Scenografia Cedric Gibbons, Joseph Wright (con il nome Joseph Wright)
Costumi André-ani
Interpreti e personaggi

Il delizioso peccatore (The Exquisite Sinner)[1] è un film muto del 1926 diretto Josef von Sternberg. Prodotto nel 1925, non piacque ai produttori che ne fecero girare alcune scene a Philip Rosen, distribuendolo così l'anno seguente. Gran parte del film si deve però a Sternberg che conservò i credits[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Fuggito da una casa di cura in Bretagna, un giovane reduce della prima guerra mondiale sfugge ai militari che lo inseguono, trovando rifugio in un campo di gitani dove si innamora di una bella zingara. La nuova vita gli risulta così gratificante, che decide di diventare pittore e di vivere con i suoi nuovi amici. La famiglia non accoglie bene la sua sparizione e lo induce a ritornare a Parigi. Presto però lui scopre di essere stato diseredato a favore delle sorelle. La vita borghese lo porta presto alla nevrosi e i suoi familiari, dopo aver distrutto i suoi quadri, lo definiscono un fallito. Lui, allora, torna dagli amici gitani dove, finalmente, ritrova sé stesso.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 28 marzo 1926.

Alcune fonti considerano il film perduto[3], tuttavia silentera.com, un sito specializzato sui film muti del passato, afferma che una copia del film si trova nella collezione della Metro-Goldwyn-Mayer alla Warner Brothers Classics film collection[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John Douglas Eames, The MGM Story, pag. 31.
  2. ^ The Films of Myrna Loy Pag. 45
  3. ^ Nitraville
  4. ^ Scheda del film su silentera.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Douglas Eames, The MGM Story, Londra, Octopus Book Limited, 1975, ISBN 0-904230-14-7.
  • (EN) Lawrence J. Quirk, The Films of Myrna Loy, The Citadel Press Secaucus, New Jersey 1980, ISBN 0-8065-0735-7

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema