Fanfara (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Il concerto bandistico)
Fanfara
The Band Concert.png
Titolo originale
Titolo originale The Band Concert
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1935
Durata 9 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,37:1
Genere commedia, animazione, musicale
Regia Wilfred Jackson
Produttore Walt Disney
Casa di produzione Walt Disney Productions
Distribuzione (Italia) Walt Disney Home Video
Animatori Johnny Cannon, Les Clark, Ugo D'Orsi, Frenchy DeTremaudan, Clyde Geronimi, Huszti Horvath, Dick Huemer, Jack Kinney, Wolfgang Reitherman, Archie Robin, Louie Schmitt, Dick Williams, Roy Williams, Cy Young
Musiche Leigh Harline
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Fanfara (The Band Concert) è un film del 1935 diretto da Wilfred Jackson. È il primo cortometraggio d'animazione della serie Mickey Mouse prodotto a colori e rappresenta la prima apparizione a colori di Pippo e Orazio Cavezza, mentre Topolino e Clarabella erano già apparsi in tale forma in Parata dei nominati agli Oscar. Fu in ogni caso la prima volta che il grande pubblico vide a colori i suddetti personaggi. Fu distribuito negli Stati Uniti dalla United Artists il 23 febbraio 1935.[1] A partire dagli anni novanta il corto viene distribuito in Italia col titolo Il concerto bandistico.

Pur non ricevendo alcuna nomination agli Oscar, Fanfara divenne comunque particolarmente celebre. Alla 3ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia vinse la medaglia per il miglior disegno animato,[2] e il direttore d'orchestra Arturo Toscanini ne era un fan tanto accanito che andò a vederlo sei volte al cinema e in seguito invitò Walt Disney a casa sua in Italia.[3] Nel 1994 Fanfara si classificò al terzo posto nel libro The 50 Greatest Cartoons,[4] mentre nell'aprile del 1997 fu inserito nel film di montaggio direct-to-video I capolavori di Topolino.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una scena del film

Topolino dirige una banda che suona all'aperto, composta da Pippo al clarinetto, Gideon Goat al trombone, Clarabella al flauto, Orazio alle percussioni, Meo Porcello alla tromba e Paddy Pig alla tuba. La banda inizia a suonare l'ouverture del Guglielmo Tell di Gioachino Rossini, ma Paperino disturba lo spettacolo cercando di vendere il gelato. Poi sale sul palco, tira fuori un flauto e si mette a suonare "Turkey in the Straw", distraendo i musicisti che iniziano a suonarla a loro volta. Topolino allora gli rompe il flauto, ma Paperino ne ha molti altri e così la scena si ripete finché il papero non viene scaraventato sopra il suo carrello, distruggendolo. Lo spettacolo continua nonostante alcune difficoltà causate da un'ape, ma quando la banda arriva al segmento Tempesta, un vero e proprio tornado arriva e risucchia il palco. I musicisti sono però ormai abituati alle distrazioni, così continuano a suonare all'interno del tornado. Quando il tornado se ne va, la banda ricade a terra e termina la propria esecuzione, ma ormai l'unico pubblico rimanente è Paperino che applaude con entusiasmo. Quindi tira fuori un ultimo flauto e suona nuovamente "Turkey in the Straw", venendo bersagliato dagli strumenti dei musicisti.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il cortometraggio fu distribuito per la prima volta nel settembre 1982, all'interno della VHS Cartoon Festival I, in lingua originale. Uscì nei cinema il 22 dicembre 1988 abbinato alla riedizione di Red e Toby nemiciamici, ma non è noto se fosse doppiato o meno. L'unico doppiaggio conosciuto è quello realizzato dalla Royfilm per l'inclusione nella VHS Topolino & soci del settembre 1989, ma fu doppiata solo la scena in cui Paperino vende gelati (in tale occasione la musica originale è sostituita da una sua versione sintetizzata, non essendo stata registrata una colonna sonora senza dialoghi). In DVD il corto è però presentato nuovamente in lingua originale.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

America del Nord
  • Mickey's Crazy Careers (1984)
  • The Spirit of Mickey (14 luglio 1997)
Italia
  • Cartoon Festival I (settembre 1982)[5]
  • Topolino & soci (settembre 1989)

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Una volta restaurato, il cortometraggio fu distribuito per la prima volta in DVD come contenuto speciale in quello di Musica maestro, uscito in America del Nord il 6 giugno 2000[6] e in Italia il 4 novembre 2015. Fu poi incluso nel primo DVD della raccolta Topolino star a colori, facente parte della collana Walt Disney Treasures e uscita in America del Nord il 4 dicembre 2001[7] e in Italia il 21 aprile 2004.[8]

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Topolino gonfiabile di Disney on Parade ispirato al cortometraggio

Fanfara è alla base dell'omonimo livello segreto del videogioco Topolino Mania (solo nelle versioni per Sega Genesis, Sega Mega-CD e PlayStation). Il corto appare inoltre in Disney's Magical Mirror Starring Mickey Mouse. In Kingdom Hearts II, nel giardino del Castello Disney, vi è invece una scultura topiaria di tutti i personaggi del film.

Il cortometraggio è inoltre servito da ispirazione per lo spettacolo Mickey's PhilharMagic nel Magic Kingdom di Walt Disney World Resort e per l'attrazione Silly Symphony Swings nel parco Disney California Adventure.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dave Smith, Disney A to Z: The Official Encyclopedia, 2ª ed., Disney Editions, 1998, p. 46, ISBN 0786863919.
  2. ^ Annali 1935 - Premi, su asac.labiennale.org, ASAC. URL consultato l'11 agosto 2016.
  3. ^ (EN) Neal Gabler, Walt Disney: The Triumph of the American Imagination, New York, Vintage Books, 2007, p. 195, ISBN 978-0679757474.
  4. ^ (EN) Jerry Beck (a cura di), The 50 Greatest Cartoons: As Selected by 1,000 Animation Professionals, Atlanta, Turner Publishing, 1994, p. 41, ISBN 187868549X.
  5. ^ Ristampata nel marzo 1986 col titolo Cartoons Disney 1.
  6. ^ (EN) Make Mine Music DVD Review, su dvdizzy.com. URL consultato il 28 agosto 2016.
  7. ^ (EN) David Willis, Mickey Mouse in Living Color DVD Review, su dvdizzy.com, p. 1. URL consultato il 29 luglio 2016.
  8. ^ In questo DVD la traccia audio italiana del corto, pur essendo presente, è in realtà un duplicato di quella inglese, così che i sottotitoli vanno attivati manualmente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]