Il colore venuto dallo spazio (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il colore venuto dallo spazio
ColorOutOfSpace.png
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata111 min
Rapporto2,39:1
Genereorrore, fantascienza
RegiaRichard Stanley
Soggettodal racconto di Howard Phillips Lovecraft
SceneggiaturaRichard Stanley, Scarlett Amaris
ProduttoreDaniel Noah, Josh C. Waller, Lisa Whalen, Elijah Wood
Produttore esecutivoAnnie Chang, Johnny Chang, Calvin Choong. Peter Wong, Timur Bekbosunov, Emma Lee, Stacy Jorgensen, Michael M. McGuire, Elisa Lleras,
Casa di produzioneACE Pictures Entertainment, SpectreVision
Distribuzione in italianoAdler Entertainment
FotografiaSteve Annis
MontaggioBrett W. Bachman
MusicheColin Stetson
ScenografiaKatie Byron
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il colore venuto dallo spazio (Color Out of Space) è un film del 2019 diretto da Richard Stanley, ed è un adattamento cinematografico dell'omonimo racconto del 1927 scritto da Howard Phillips Lovecraft.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Gardner si trasferisce in una remota fattoria del New England per sfuggire alla frenesia del XXI secolo. Mentre si adattano a questa nuova vita, un meteorite si schianta davanti alla loro casa e sembra fondersi con il suolo, infettando sia il terreno sia le proprietà dello spazio-tempo con uno strano colore extraterrestre. I Gardner scoprono con orrore che questa forza aliena sta mutando gradualmente ogni forma di vita che tocca, inclusa la loro.

Nathan, il capofamiglia, diventa sempre più frustrato e furioso, dopo aver scoperto che il suo raccolto si è rivelato immangiabile, e litiga con la moglie Theresa. La figlia Lavinia cerca di eseguire un rito Wiccan per salvare la sua famiglia, mutilandosi nel processo. Theresa, una sera, sente improvvisamente i figli Jack e Benny urlare dopo essere entrati nelle stalle del loro allevamento di alpaca e si precipita in loro aiuto, ma nel processo, un fulmine di colore fonde Theresa e Jack insieme in una massa informe. Impossibilitato ad avviare l'auto o chiamare aiuto poiché tutti i dispositivi elettronici hanno smesso di funzionare e, dopo aver scoperto che la luce del sole danneggia Theresa e Jack, Nathan e i figli li portano in soffitta.

Nathan decide, poi, di sopprimere gli alpaca con un fucile dopo aver scoperto che si sono fusi insieme e, cominciando a perdere la sanità mentale, tenta anche di sopprimere Theresa e Jack, ma non riesce a farlo.

Lavinia e Benny cercano lasciare la fattoria usando il cavallo di Lavinia, che, però, fugge; prima di tornare dentro, Benny insiste di sentire il cane di famiglia all'interno del pozzo, ma una volta entrato viene assimilato dal Colore. Nathan mostra una rabbia più insolita e blocca Lavinia in soffitta con Theresa e Jack, divenuti aggressiviː l'idrologo Ward Phillips, che si era già recato ad esaminare la proprietà dopo l'impatto del meteorite, e lo sceriffo vengono alla fattoria dopo che un residente nelle vicinanze scopre una massa fusa di animali, e arrivano appena in tempo per irrompere nella soffitta. Nathan spara e uccide il mostro, salvando Lavinia.

Dopo essersi precipitato fuori, Nathan tenta di sparare al Colore che emerge dal pozzo, ma lo sceriffo scambia l'obiettivo di Nathan per Ward e gli spara fatalmente. Ward e lo sceriffo partono e Lavinia insiste per restare con Nathan. Tornando alla fattoria, un albero vivente mutato uccide lo sceriffo.

Ward torna per salvare Lavinia, ma la trova posseduta dal Colore, che esplode dal pozzo e forma un ciclone nel cielo. A Ward viene mostrata una visione di dove proviene il Colore, un esopianeta abitato da entità aliene tentacolari, prima che Lavinia si disintegri. Mentre lo spazio e il tempo iniziano a distorcersi, Ward entra nella fattoria ed è inseguito da un'apparizione omicida di Nathan. Si nasconde nella cantina dei vini mentre la distorsione della realtà da parte del Colore porta la proprietà alla distruzione, lasciando Ward l'unico sopravvissuto mentre si arrampica fuori dai detriti incolori della fattoria.

Nell'epilogo, Ward, traumatizzato, si trova in cima alla diga finita che copre l'ex proprietà, e racconta che, dopo aver assistito alla conquista del Colore, non berrà mai l'acqua della diga.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il trailer del film è stato diffuso il 6 novembre 2019[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Presentata in anteprima il 7 settembre 2019 al TIFF[2], la pellicola è stata distribuita negli Stati Uniti il 24 gennaio 2020 da RLJE Films, in 81 sale cinematografiche.[3]

In Italia il film è stato distribuito in video on demand dal 24 ottobre 2020[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MYmovies.it, Color Out of Space, su MYmovies.it. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  2. ^ (EN) Color Out of Space [collegamento interrotto], su TIFF. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  3. ^ (EN) Kate Erbland, 'Color Out of Space' Trailer: Nicolas Cage Tackles H.P. Lovecraft in Trippy Alien Invasion Thriller, su IndieWire.
  4. ^ Il Colore Venuto dallo Spazio - In streaming il film con Nicolas Cage, su The Hot Corn.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]