Il cimento dell'armonia e dell'inventione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il cimento dell'armonia e dell'inventione
Cimento dell'Armonia e dell'Invenzione.jpg
Frontespizio del Cimento dell'Armonia e dell'inventione (Amsterdam, Le Cène, ca.1727), Bologna, Museo internazionale e biblioteca della musica
Compositore Antonio Vivaldi
Numero d'opera Opus 8
Epoca di composizione 1725
Dedica Wenzel von Morzin
Durata media due ore ca.
Organico violino (oppure oboe opzionale in due concerti), orchestra d'archi, basso continuo.
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Le quattro stagioni.

Il cimento dell'armonia e dell'inventione (Opus 8) è una raccolta di dodici concerti per violino (oboe a scelta in due concerti), archi e basso continuo composti da Antonio Vivaldi tra il 1723 e il 1725.

La serie, contenente concerti composti per occasioni e in tempi diversi, fu stampata intorno al 1725 ed è soprattutto nota per i primi quattro concerti, meglio conosciuti come Le quattro stagioni. Con il nome "Il cimento dell'armonia e dell'inventione" Vivaldi voleva riferirsi al piacere che egli provava nello sperimentare - soprattutto nella sovrapposizione della forma del ritornello e dell'elemento programmatico - l'idea presente soprattutto nei concerti n. 5, 6 e 10.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Spartiti liberi di Il cimento dell'armonia e dell'inventione, Op. 8 (Antonio Vivaldi), in International Music Score Library Project, Project Petrucci LLC.

Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica