Il cielo della mezzaluna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il cielo della mezzaluna
AutoreMario Biondi
1ª ed. originale1982
Genereromanzo
Sottogenerestorico
Lingua originaleitaliano

Il cielo della mezzaluna è un romanzo dello scrittore italiano Mario Biondi pubblicato nel 1982.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1444 un bambino di dieci anni lascia Venezia in compagnia del padre, un bizzarro filosofo “naturale” esiliato dalla Serenissima per le sue idee ritenute pericolose. La destinazione è l'isola greco-veneziana di Negroponte (Eubea), ma la galea su cui sono imbarcati è assalita e affondata dai pirati saraceni. Mentre il filosofo sembra sparire tra i flutti, il ragazzino è catturato e finirà alla corte di un vizir di Maometto II il Conquistatore, al cui seguito, diciannovenne, parteciperà dalla parte dei turchi alla presa di Costantinopoli (1453).

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura