Il cattivo tenente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il cattivo tenente
Il cattivo tenente.jpg
Harvey Keitel in una scena del film
Titolo originale Bad Lieutenant
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1992
Durata 96 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere noir, drammatico
Regia Abel Ferrara
Soggetto Abel Ferrara
Sceneggiatura Abel Ferrara, Zoë Lund
Fotografia Ken Kelsch
Montaggio Anthony Redman
Effetti speciali J.C. Brotherhood
Musiche Joe Delia
Scenografia Charles M. Lagola
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Il cattivo tenente (Bad Lieutenant) è un film neo-noir del 1992 diretto da Abel Ferrara. È stato presentato nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 1992.[1]

Uno spin-off con Nicolas Cage è uscito nel 2009.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un tenente della polizia di New York è corrotto, dedito a tutti i tipi di droga, si ubriaca, scommette sul gioco d'azzardo e accetta mazzette. Il tenente sniffa della cocaina e dopo si dirige in una scena del crimine. Nel luogo incontra uno spacciatore che gli dà delle buste di droga, fumando del crack durante lo scambio. Nel frattempo, una suora viene violentata in chiesa da due giovani. Il giorno dopo, il Tenente scopre che ha perso una scommessa nel campionato nazionale di baseball. Cerca di rivincere i soldi scommettendo però il doppio. In ospedale, visita la suora e scopre che è stata penetrata con un crocifisso. Nella serata, ferma due ragazze che guidano l'auto del padre senza patente. Il Tenente propone alle ragazze di fare ciò che lui chiede per chiudere un occhio. Obbliga così una ragazza a mostrarle il sedere e all'altra di simulare un fellatio mentre lui si masturba.

Mentre guida l'auto, il Tenente sente alla radio che i Dodgers, la squadra su cui aveva scommesso, hanno perso. Non potendo pagare i $30.000, raddoppia ancora una volta. Il Tenente torna in chiesa e sente nel confessionale, che la suora ha riconosciuto i suoi violentatori ma che però vuole perdonarli. Beve in un bar e i Dodgers perdono ancora una volta. Dopo essersi drogato in un locale notturno, prova a raddoppiare di nuovo ma il suo amico rifiuta, dicendogli che i riscossori delle scommesse potrebbero ucciderlo. Il Tenente prende i $30.000 dallo spacciatore e punta una scommessa. In chiesa, dice alla suora che lui ucciderà coloro che l'hanno stuprata, ma lei ripete che li ha perdonati e se ne va.

Il Tenente vede Gesù crocifisso e chiede perdono per i suoi crimini. La figura si rivela però essere una donna che tiene un calice d'oro. Il Tenente rintraccia i due stupratori e li arresta. Invece di ucciderli, li conduce in un autobus con una scatola di sigari contenenti i $30.000; lui insiste che devono entrare e che non devono tornare mai più a New York. Dopo che sono saliti nell'autobus, il Tenente torna in auto e si ferma davanti una stazione. All'improvviso da un'auto qualcuno urla "La tua vincita!" e subito dopo, spara due colpi con una pistola. I passanti osservano scioccati il cadavere del Tenente.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il soggetto del film nasce da una canzone, scritta da Abel Ferrara con il suo amico Paul Hipp, che nel film interpreta Gesù.
  • La sceneggiatura non è scritta da Nicholas St. John, abituale collaboratore del regista, poiché secondo lui il film metteva in gioco interrogativi troppo grossi. Così il film è stato scritto da Ferrara insieme all'attrice Zoë Lund, che era stata la giovane protagonista de L'angelo della vendetta, diretto da Ferrara nel 1981, e che ne il cattivo tenente impersona una giovane spacciatrice.
  • L'episodio dell'aggressione e dello stupro della giovane suora è ispirato dall'autobiografia One Tough Cop del detective del New York City Police Department Bo Dietl, che personalmente indagò su di un caso realmente accaduto a New York. La stessa scena ricompare nel film del 1998 Poliziotto speciale di Bruno Barreto, trasposizione cinematografica dell'autobiografia di Dietl.
  • In italiano esistono due versioni, una integrale disponibile solo in home video e un'altra tagliata.
  • Il regista ha dichiarato che durante la ripresa della simulazione del fellatio, Harvey Keitel era a malapena cosciente di trovarsi su un set.
  • Il vero nome del Tenente è tutt'ora sconosciuto.
  • Il regista Ferrara ha ammesso in un'intervista del 2012, che durante la produzione del film, si drogava.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 1992, festival-cannes.fr. URL consultato il 29 giugno 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema