Il castello errante di Howl (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il castello errante di Howl
Titolo originale Howl's Moving Castle
Autore Diana Wynne Jones
1ª ed. originale 1986
1ª ed. italiana 2005
Genere romanzo
Sottogenere fantasy
Lingua originale inglese
Ambientazione Ingary, Galles
Protagonisti Sophie Hatter, Howl Jenkins
Antagonisti Demone del fuoco della Strega delle Terre desolate
Seguito da Il castello in aria

Il castello errante di Howl è un romanzo fantasy pubblicato nel 1986 della scrittrice britannica Diana Wynne Jones. Ha vinto un Globe-Horn Book Award a Boston e è stato considerato dall'ALA Notable Book un libro adatto sia per bambini sia per giovani adulti. Da questo romanzo il regista giapponese Hayao Miyazaki nel 2004 ha tratto il film d'animazione omonimo, ricevendo una candidatura al Premio Oscar come miglior film d'animazione. Nel 2006 all'autrice è stato assegnato il premio Phoenix per quest'opera. L'autrice ha scritto altri due libri con gli stessi protagonisti, Il castello in aria nel 1990 e La casa per ognidove nel 2008.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vicenda è ambientata nella terra chiamata "Ingary", un mondo parallelo al nostro, in cui esiste la magia. Una giovane donna di nome Sophie Hatter è la maggiore di tre figlie che vivono nella città di Market Chipping. Sophie, molto abile nel maneggiare l'ago, confeziona bellissimi cappelli e vestiti.

In quanto maggiore delle figlie, è rassegnata al fatto di avere una vita noiosa: il suo compito è quello di gestire il negozio di cappelli di famiglia, per questo non le è stato permesso di andare in cerca della sua fortuna, fino a quando viene trasformata in una vecchietta dalla Strega delle Terre Desolate, una strega molto potente che non era soddisfatta dai cappelli di Sophie.

Sophie va via dal negozio e trova lavoro come donna delle pulizie per il noto Howl, famoso nella città per rubare il cuore di belle giovani donne. Sophie impara presto che Howl, una persona apparentemente piuttosto egocentrica e disonesta, si rivela esser buono, e che lui stesso aveva dato il via alla diffusione di voci diffamanti per garantire la sua libertà e per evitare enormi responsabilità lavorative.

La porta del castello, in cui abitano i personaggi, è in realtà un portale magico che si apre su quattro luoghi diversi: il castello si sposta sulle colline di Market Chipping, luogo in cui Sophie lo ha incontrato e può raggiungere la città balneare di Porthaven, la capitale reale Kingsbury e la casa d'infanzia di Howl in Galles, dove il suo nome è Jenkins.

Sophie cerca di contrattare con il demone del fuoco residente nel castello, Calcifer: se Sophie riesce a rompere il contratto che hanno firmato Howl e Calcifer, Calcifer sarà capace di far tornare Sophie alla sua forma originale. Parte del contratto, tuttavia, stabilisce che né Howl né Calcifer possono rivelare i termini del contratto a terzi. Sophie cerca di indovinare le specifiche del contratto, mentre Calcifer fornisce suggerimenti frequenti che Sophie di solito non capisce. Howl si rende conto che Sophie è sotto un incantesimo e tenta segretamente di rimuovere la maledizione, ma, fallendo di continuo, arriva alla conclusione che Sophie vuole rimanere una vecchia.

Michael Fisher è apprendista di Howl; il suo compito è quello di gestire la maggior parte delle commissioni e affari di Howl, mentre Howl passa intere giornate a corteggiare le giovani fanciulle della città. In particolare Howl e Michael corteggiano le due sorelle più giovani di Sophie, Lettie e Marta: Marta, la più giovane, studia magia, mentre la sorella di mezzo, Lettie, è apprendista presso un panificio locale. Ma dato che Fanny (la madre di Marta e matrigna di Sophie e Lettie), al momento di organizzare il loro apprendistato, non ha dato modo alle ragazze di scegliere ciò che avrebbero voluto fare da grandi, Marta cambia il suo posto con la sorella, travestendosi da Lettie.

Durante le ricerche del principe Justin (fratello minore del re), scompare anche Suliman (Benjamin Sullivan, mago proveniente come Howl dal Galles), quindi il re ordina ad Howl di ritrovare Suliman e Justin e uccidere la Strega delle Terre Desolate. Howl, però, ha le sue ragioni per evitare un confronto con la strega: la Strega, sua ex amante, ha gettato su di lui una maledizione. Howl tenta di rifiutare l'incarico chiedendo a Sophie di fingere di essere sua madre e andare a parlare direttamente al re, ma senza alcun risultato: anzi il re lo nomina nuovo consigliere di magia, posizione che aveva cercato di evitare per anni.

Howl continua ad evitare la Strega delle Terre Desolate finché non attira Sophie in una trappola: la strega, prendendo i panni di Lily Angorian, una donna sedotta da Howl, finge di esser catturata dalla stessa strega e Sophie, tentando di salvarla, viene catturata a sua volta. Howl va a salvare Sophie e sconfigge la strega. Ha sempre saputo che la signorina Lily Angorian era in realtà il demone del fuoco della strega sotto mentite spoglie. Il demone del fuoco della strega aveva, nel corso degli anni, preso il controllo su di lei e, una volta che la strega era in suo potere, aveva cercato di prendere anche il cuore di Howl per rimanere in vita.

Howl, anche se in grado di fermare il demone, cede perché la signorina Angorian, afferrando Calcifer, aveva cercato di prendere il cuore. Ma Sophie, usando il talento di animare le cose, riesce a rompere il contratto tra Howl e Calcifer senza uccidere nessuno dei due. Con la morte della strega, Calcifer, come promesso, rompe l'incantesimo di Sophie, visto che lei aveva sciolto il contratto tra lui e Howl, e lei riacquista le sue vere sembianze. Quando Howl si risveglia, distrugge il demone del fuoco della strega e questo permette di rompere, a sua volta, la maledizione sul mago Suliman e il principe Justin: la strega aveva fuso entrambi per creare un "essere umano perfetto" (con la testa di Howl avrebbe dovuto completare l'essere) da utilizzare come un fantoccio per governare Ingary.

Tutto quindi torna alla normalità e Sophie e Howl scoprono finalmente di amarsi.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Sophie Hatter: la maggiore delle sorelle Hatter (18 anni); ha capelli fulvi, si veste sempre di grigio ed è piuttosto carina, anche se lei non si considera tale. La sua bellezza fisica aumenta all'aumentare della sua fiducia in se stessa. Poiché è la sorella maggiore, le viene assegnato il compito di gestire il negozio di cappelli appartenuto al padre, mentre alle sorelle minori viene permesso di cercare occupazione altrove, vivendo così inizialmente in modo più avventuroso ed emozionante rispetto a Sophie. Un giorno la Strega delle Terre Desolate visita il suo negozio, e, scambiando Sophie per Lettie, la trasforma in una vecchia. Sophie lascia il negozio di cappelli e si rifugia nel castello del mago Howl come donna delle pulizie, dove fa un patto con Calcifer, demone del fuoco di Howl: nel momento in cui Sophie porrà fine al contratto segreto tra Howl e Calcifer, Calcifer romperà l'incantesimo che grava su di lei. Mentre la storia progredisce, Sophie inizia a innamorarsi di Howl, anche se fa del suo meglio per nasconderlo, ma quando Howl corteggia Miss Angorian, Sophie non riesce ad accettarlo e decide di andarsene. Sophie inizialmente ha poca autostima e fiducia in se stessa; successivamente, quando ha le sembianze di vecchia, dimostra di avere una personalità piuttosto forte e determinata. Rispettosa e gentile, Sophie tende ad essere impulsiva e si sente spesso in colpa quando fa qualcosa di sbagliato, anche se i suoi tentativi di porre rimedio ai propri errori hanno solitamente esito disastroso. Infine è rivelato che Sophie possiede abilità magiche: è capace dar vita agli oggetti nel momento in cui parla con loro; inizialmente ignara dei suoi poteri, li usa involontariamente. Una volta sviluppati i propri poteri magici, diventa molto potente.

Mago Howl: è un misterioso mago solitario con una pessima reputazione. Egli è conosciuto con diversi nomi, tra i quali "Howl Jenkins" a Porthaven, e il suo preferito: "Howl Pendragon", a Kingsbury; il suo nome di battesimo è Howell Jenkins. Quando era solo un ragazzino, Howl fece un patto col demone del fuoco Calcifer: gli donò il suo cuore affinché il demone potesse continuare a vivere, poiché altrimenti Calcifer si sarebbe spento per sempre, e in cambio il demone gli avrebbe ceduto parte dei suoi poteri magici; a causa del patto però, la volontà dell'umano si indebolisce progressivamente, soggiogata dal demone, con la possibilità che il demone prenda completamente il sopravvento (com'era accaduto alla Strega delle Terre Desolate). Howl ha 27 anni (o, secondo la maledizione inflittagli dalla Strega, 10.000 giorni) ed è noto per i suoi modi molto appariscenti, sgradevoli e "perversi". Quando il suo famigerato castello in movimento viene avvistato vicino a Market Chipping, si diffonde la voce che Howl sia alla ricerca di belle e giovani donne a cui rubare il cuore, per poi mangiarlo, o per mangiare la loro anima. Howl è originario del Galles, dove la sua famiglia rimane all'oscuro delle sue attività nel mondo di Sophie; la sorella è infastidita dalle sue fughe continue, perciò per rabbonirla, e quando si trova nei guai, Howl va a visitarla spesso. Verso la fine della storia, Howl confessa a Sophie di essere un vero e proprio codardo e che l'unico modo che ha per costringersi a far qualcosa per lui odiosa, è sfidare se stesso dicendosi che non è in grado di farla. Nonostante la sua reputazione, Howl è in realtà un personaggio accattivante, affascinante, intelligente, premuroso e terribilmente gentile, ma anche volubile, egoista ed un po' testardo. Si diverte a "strisciare fuori" da situazioni in cui si trova a disagio, anche se spesso in modo comico. Nonostante sia un codardo, è un mago incredibilmente potente per gli standard di Ingary, tanto da eguagliare la Strega delle Terre Desolate. Il suo legame con Calcifer aumenta i suoi poteri. Howl è descritto come un ragazzo alto, col viso ossuto e soave, ed occhi verde bottiglia, a cui piace tingersi i capelli di biondo e indossare abiti stravaganti. Trascorre almeno due ore in bagno ogni mattina. Tuttavia, Calcifer ritiene sia "molto vanesio per un uomo ordinario con i capelli color fango." Howl non è naturalmente bello, ma ha "fascino", sia letteralmente che metaforicamente. Michael dice a Sophie che "il giorno in cui Howl si dimenticherà di svolgere la propria routine di bellezza quotidiana, sarà il giorno in cui si capirà che è davvero innamorato." Quando Howl va a salvare Sophie dalla Strega è poco curato, prova che egli ama veramente Sophie. Egli è creato sul modello di eroe byroniano.

Calcifer, demone del fuoco che governa il castello di Howl. Come risultato di un contratto misterioso con Howl alcuni anni prima, accetta di dare calore ed energia al castello. Pur essendo vincolato al focolare ha una grande quantità di magia. Egli promette di usare la sua magia per spezzare la maledizione che grava su Sophie, dopo che lei avrà spezzato il contratto tra lui e Howl. Howl descrive Calcifer come "il suo punto più debole", poiché Calcifer non denuncerebbe la presenza di un eventuale demone estraneo che entri nel castello, anche se esso avesse intenzioni ostili. Calcifer è potente, ma è codardo tanto quanto Howl, preferendo scappare dalla Strega, piuttosto che combatterla. Tuttavia, in momento di forte necessità, anche Calcifer si presta al combattimento. È anche abbastanza scorbutico e un po' meschino, caratteristiche che sembra aver acquisito dopo aver passato più di cinque anni rinchiuso nell'angusto focolare del castello di Howl. Ha una naturale e comprensibile paura dell'acqua, ed è spesso preoccupato che la sua scorta di ciocchi e tronchetti di legno possa finire, dato che essi costituiscono il suo cibo principale. Sophie sembra essere l'unica in grado di costringerlo a fare qualcosa che non vuole fare, un'ascendente che sembra avere anche su Howl, e, in misura minore, su Michael. Calcifer è il primo ad accorgersi del potere che ha Sophie di dar vita al mondo attorno a lei attraverso l'uso delle parole, motivo per cui le dà il permesso di entrare nel castello e per cui è ansioso di fare un patto con lei - dato che se qualcun altro avesse rotto il contratto che egli aveva con Howl, Calcifer sarebbe morto. Fortunatamente, Sophie riesce a ridar vita a Calcifer parlandogli, dopo che a questi era stato strappato il cuore di Howl, tanto che il demone decide infine di continuare a vivere accanto ai due, nonostante la libertà acquisita.

La Strega delle Terre Desolate, è uno dei maghi più potenti di tutta Ingary. È stata bandita dal re 50 anni prima dell'inizio della storia, per aver generato caos nel paese. Lei e Howl ebbero una breve relazione (mentre era travestita da donna giovane e bella), terminata con la fuga del mago, per questo poi maledetto dalla strega affinché egli vivesse una serie di eventi sfortunati per poi essere costretto a ritornare tra le sue grinfie. È colei che maledice anche Sophie, trasformandola in vecchia, e che rapisce il mago Suliman e il principe Justin per creare l'uomo perfetto, destinato a diventare il nuovo re di Ingary con a fianco ella stessa come regina. Ogni volta che appare ha un aspetto diverso, prima è una donna castana, poi una rossa riccia e infine un'alta bionda ossuta. Come Howl, ha donato il suo cuore a un demone e, verso la fine, si scopre che è quest'ultimo a manovrarla.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Michael Fisher, è apprendista di Howl ed ha 15 anni. Egli viveva originariamente a Porthaven fino a quando entrambi i suoi genitori sono morti, lasciandolo orfano. Ha dovuto lasciare la sua casa perché non poteva pagare l'affitto. Dormendo sulla soglia di Howl, lo trovò una mattina e lo invitò dentro. Al suo ritorno, Howl non gli dice di andarsene, ma non gli dice nemmeno di restare, così Michael inizia a dare una mano di sua spontanea volontà. Egli divenne apprendista di Howl, e lui fa del suo meglio per assicurarsi che Howl non spenda tutti i loro soldi. Si reca spesso a Cesari, un panificio nel mercato Chipping, dove compra torte e altri prodotti da forno. Ha incontrato lì Martha e si innamora di lei. Sophie si rende conto dopo di aver visto Michael a Cesari, il primo maggio prima che fosse maledetta dalla strega. È descritto da Sophie come "un bravo ragazzo, ma un po' incapace di agire in un momento di crisi". È piuttosto piacevole e paziente, ma non è così veloce da seguire il pensiero di Howl.

Lettie, sorella di Sophie, ha 17 anni. Lei è considerata la più bella delle tre sorelle, e ha i capelli scuri. Inizialmente, è un apprendista alla pasticceria Cesari, ma vuole imparare la magia, per cui lei e Martha si scambiano di posto con un aspetto temporaneo alterato da un incantesimo. Una donna forte di mentalità giovane, Lettie diventa appassionata di un cane randagio che è in realtà il Mago Suliman. Quando lei scopre che Sophie è stata trasformata e vive nel castello di Howl, manda il cane per proteggere Sophie dal fascino di Howl. Howl cerca di corteggiare Lettie, ma dopo aver scoperto che Lettie è la sorella di Sophie, si avvicina a Lettie al fine di porre domande su Sophie. Alla fine del romanzo, è presa come apprendista da Ben Sullivan, dove viene accennato un attaccamento romantico.

Martha, è la più giovane sorella di Sophie e la più intelligente delle tre. Lei è esile e bionda con grandi occhi grigi. Fanny aveva deciso che sarebbe diventata l'apprendista della signora Fairfax, ma poi scambierà il posto con la sorella. Martha lavora felicemente come apprendista presso i Cesari, una pasticceria rinomata, e la sua ambizione è quella di sposarsi e avere dieci figli. Lei si innamora di Michael Fisher. Quando Howl confessa che ama Lettie, Michael va dai Cesari per sapere se Marta, quando era travestita da Lettie, fosse stata corteggiata da Howl. Marta gli assicura che non ha mai incontrato Howl e Michael sa che non sta mentendo, perché 'gira i pollici tutto il tempo'.

Fanny Hatter, è la seconda moglie del padre di Sophie. Era la più giovane commessa nel negozio di cappelli. Lei è la madre di Marta, ed è gentile con tutti e tre le ragazze. Quando lei è rimasta vedova, si prende carico del negozio dei cappelli e sceglie per Lettie e Martha apprendistati promettenti, mantenendo Sophie a gestire il negozio di cappelli. Poco dopo Sophie scompare, lei sposa un uomo ricco, il signor Smith Sacheverell (forse grazie ad un cappello a cui Sophie aveva dato vita), si trasferisce in una grande villa e vende il negozio di cappelli ad Howl. Continua a preoccuparsi per Sophie, che misteriosamente scomparsa, e si solleva quando si incontrano di nuovo.

Il re di Ingary, Howl lavora per lui per produrre incantesimi di trasporto. Quando la Strega minaccia la sua bambina Valeria, manda il Mago Suliman Reale per affrontare la strega. Quando il fratello del re, scompare mentre cerca il Mago Suliman, chiede ad Howl di cercare gli uomini mancanti e sbarazzarsi della Strega. Nomina poi Howl Mago Reale, una mossa che crea un cattivo umore in casa.

Il principe Justin, è il fratello minore del re di Ingary. Sconvolto dalla scomparsa di Suliman, si mette a cercarlo. Il re di Ingary lo descrive come un generale brillante, e con le minacce di guerra che incombono da Strangia a High Noland, diventa ansioso e insistente sul ritrovamento del principe Justin.

Penstemmon, vecchia strega di talento. Maestra della signora Fairfax, di Suliman, e, infine, di Howl, lei è anche menzionata come l'insegnante di Matilda, la strega di Montalbino. Lei è orgogliosa del talento di Howl e vuole che lui sia una brava persona. Quando Sophie le fa visita, come la madre di Howl, la signora Penstemmon incoraggia Sophie a rompere il contratto tra Howl e Calcifer. Lei le rileva il dono magico di Sophie e vede immediatamente che anche lei è maledetta. Lei viene uccisa dalla Strega delle Terre Desolate quando si rifiuta di dire dove si trova Howl.

Mago Suliman, è la guida Reale e consulente personale del re di Ingary. Il suo paese di origine, come Howl, è il Galles, dove era conosciuto come Benjamin Sullivan. È stato il secondo allievo della signora Penstemmon. Suliman ha bandito la Strega delle Terre Desolate nelle desolate Terre dell'Ovest. Quando la strega minaccia la giovane figlia del re Ingary, egli viene inviato dal re. Egli proietta maggior parte della sua magia su uno spaventapasseri, che Sophie porterà in vita. La strega lo fa a pezzi, ricomponendo il suo corpo con parti del Principe di Justin (la testa in particolare) e lo chiama Gaston. Lei lo usa per entrare in Galles al fine di arrivare a Howl, poi lancia un incantesimo su di lui che lo trasforma in un cane. Assume Lettie come apprendista, per la sua altrettanto forte volontà.

Signora Annabel Fairfax, è una strega, un ex allieva della signora Penstemmon. Vedova, vive a Folding ed è amica di Fanny. Lei è "una signora confortevole, con capelli color burro". È loquace e usa il miele fatto in casa nei suoi incantesimi. Scopre presto che Marta e Lettie hanno scambiato i posti, ma accetta Lettie come sua apprendista in ogni caso e la incoraggia ad accettare le avance di Howl e diventare sua allieva, anche se lei alla fine sceglierà invece Suliman. Anche se prova, non è in grado di sciogliere l'incantesimo del cane-uomo.

Lily Angorian è una maestra di scuola attraente del Galles che sostiene di essere la fidanzata di Benjamin Sullivan. Come tale, si rifiuta di permettere ad Howl di corteggiarla, anche se Sophie arriva a credere che Howl è infatuato di lei. È poi rivelato di essere il demone del fuoco della Strega delle Terre Desolate, e cerca di prendere il cuore di Howl, quando la Strega muore. Con la distruzione del cuore della Strega, viene ucciso anche lui.

Capitoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Capitolo 1 - In cui Sophie parla ai cappelli
  • Capitolo 2 - In cui Sophie è costretta ad andare incontro al suo destino
  • Capitolo 3 - In cui Sophie entra in un castello e accetta un patto
  • Capitolo 4 - In cui Sophie scopre diverse cose strane
  • Capitolo 5 - Che è veramente troppo pieno di lavaggi
  • Capitolo 6 - In cui Howl esprime i suoi sentimenti con melma verde
  • Capitolo 7 - In cui uno spaventapasseri impedisce a Sophie di lasciare il castello
  • Capitolo 8 - In cui Sophie lascia il castello in direzioni diverse tutte in una volta
  • Capitolo 9 - In cui Michael ha dei guai con un incantesimo
  • Capitolo 10 - In cui Calcifer promette a Sophie un indizio
  • Capitolo 11 - In cui Howl va in uno strano paese in cerca di un incantesimo
  • Capitolo 12 - In cui Sophie diventa la vecchia madre di Howl
  • Capitolo 13 - In cui Sophie diffama il nome di Howl
  • Capitolo 14 - In cui un Mago del Re prende il raffreddore
  • Capitolo 15 - In cui Howl va a un funerale con uno strano travestimento
  • Capitolo 16 - In cui avvengono un bel po' di stregonerie
  • Capitolo 17 - In cui il castello magico cambia casa
  • Capitolo 18 - In cui appaiono di nuovo lo spaventapasseri e la signorina Angorian
  • Capitolo 19 - In cui Sophie esprime i propri sentimenti con un diserbante
  • Capitolo 20 - In cui Sophie incontra ulteriori difficoltà a lasciare il castello
  • Capitolo 21 - In cui viene concluso un contratto di fronte a testimoni

Adattamenti cinematografici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]