Il caso Thomas Crawford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Se guardi attentamente troverai che ogni cosa ha un punto debole dove può rompersi...»

(Con riferimento al titolo originale Fracture)
Il caso Thomas Crawford
Caso Thomas Crawford.jpg
Anthony Hopkins e Ryan Gosling in una scena del film
Titolo originaleFracture
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Germania
Anno2007
Durata113 min
Rapporto2,35:1
Generethriller, drammatico
RegiaGregory Hoblit
SoggettoDaniel Pyne
SceneggiaturaDaniel Pyne, Glenn Gers
ProduttoreCharles Weinstock
Produttore esecutivoToby Emmerich, Liz Glotzer, Hawk Koch
Casa di produzioneNew Line Cinema, Castle Rock Entertainment
Distribuzione in italianoEagle Pictures
FotografiaKramer Morgenthau
MontaggioDavid Rosenbloom
Effetti specialiLarz Anderson
MusicheMychael Danna, Jeff Danna
ScenografiaPaul Eads, Mindy Roffman, Nancy Nye
CostumiElisabetta Beraldo
TruccoChristina Smith
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il caso Thomas Crawford (Fracture) è un film del 2007 diretto da Gregory Hoblit.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Thomas Crawford, un ingegnere aeronautico, scopre la relazione della giovane moglie Jennifer con il detective Robert Nunally e decide di ucciderla mettendo in atto un piano perfetto. La moglie viene colpita alla testa da un colpo di pistola, ma cade in coma profondo, con il proiettile ancora in corpo e che non può essere estratto. L'uomo viene arrestato proprio dall'amante della moglie, al quale rilascia anche una confessione.

A sostenere l'accusa è l'emergente assistente distrettuale Willy Beachum, che sta per essere assunto da un prestigioso studio legale, ma i cui suoi sogni di gloria vanno in pezzi poiché quello che sembrava un caso all'apparenza semplice si rivela molto complicato: infatti la pistola consegnata da Crawford non è l'arma del delitto e questa risulta introvabile. Inoltre, quando la relazione tra Jennifer e Robert diventa di pubblico dominio, la confessione viene invalidata.

Crawford viene prosciolto dall'accusa di tentato omicidio e assume anche la tutela della moglie in coma, acquisendo il diritto di decidere se mantenerla in uno stato di vita artificiale o disporne la morte, cosa che decide di fare per portare a termine il suo piano. Tuttavia Willy scopre che Robert e Crawford avevano lo stesso tipo di pistola e intuisce che Crawford le aveva scambiate due volte: prima di commettere il delitto, e subito dopo mentre il detective era impegnato a soccorrere l'amante; inoltre, con la morte della donna, si è reso disponibile il proiettile. Con queste nuove prove Willy riesce a far indire un nuovo processo, grazie al fatto che Thomas, con la decisione di "staccare la spina", ha cambiato il capo d'accusa da tentato omicidio in omicidio, superando così il principio del ne bis in idem.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio è stato curato da Francesco Vairano.

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Per la distribuzione italiana operata dalla Eagle Picture il titolo originale "Fracture" (riferito all'esistenza di un punto debole in tutte le cose) è stato sostituito con un altro che ne mette meglio in evidenza l'appartenenza del film al genere del legal thriller. Inoltre, il nome del protagonista è stato modificato dall'originale Theodore Crawford a Thomas Crawford, presumibilmente in analogia con Il caso Thomas Crown[senza fonte], nota pellicola del 1968.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema