Il caso Thomas Crawford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il caso Thomas Crawford
Caso Thomas Crawford.jpg
Anthony Hopkins e Ryan Gosling in una scena del film
Titolo originale Fracture
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti, Germania
Anno 2007
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere drammatico, thriller
Regia Gregory Hoblit
Soggetto Daniel Pyne
Sceneggiatura Daniel Pyne, Glenn Gers
Produttore Charles Weinstock
Produttore esecutivo Toby Emmerich, Liz Glotzer, Hawk Koch
Casa di produzione New Line Cinema, Castle Rock Entertainment
Distribuzione (Italia) Eagle Pictures
Fotografia Kramer Morgenthau
Montaggio David Rosenbloom
Musiche Mychael Danna, Jeff Danna
Scenografia Paul Eads
Costumi Elisabetta Beraldo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il caso Thomas Crawford (Fracture) è un film del 2007 diretto da Gregory Hoblit.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Thomas Crawford è un ingegnere aeronautico che scopre la relazione extraconiugale della giovane moglie Jennifer con il poliziotto Robert Nunally, così decide di ucciderla mettendo in atto un piano perfetto. La moglie viene colpita alla testa dal proiettile della rivoltella di Crawford e cade in coma profondo, con il proiettile ancora in corpo e che non può essere estratto perché troppo vicino al cervello. In seguito l'uomo viene arrestato proprio dall'amante di sua moglie, al quale rilascia anche una confessione. Quello che sembrava un caso all'apparenza semplice si dimostra più complicato del previsto. Ad occuparsene è l'assistente distrettuale Willy Beachum, che sta per essere assunto da un prestigioso studio legale e che incrimina Crawford per tentato omicidio. Ma i suoi sogni di gloria vanno in pezzi quando si scopre che la pistola consegnata da Crawford non è l'arma del delitto e che quest'ultima risulta introvabile. Inoltre, quando la relazione tra Jennifer e Robert diventa di pubblico dominio, la confessione viene invalidata. Crawford viene prosciolto e assume anche la tutela della moglie in coma e, in base alla legge, ha il diritto di decidere se mantenerla in uno stato di vita artificiale o di disporre dell'abbandono delle cure e quindi della sua morte. Ansioso di chiudere la partita in modo definitivo, Crawford ordina il "distacco della spina" e la moglie muore. Ma sarà proprio questa decisione a causargli la sconfitta in una nuova aula di tribunale, questa volta per omicidio.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano del film è a cura di Francesco Vairano. Come evidente anche dal titolo, nell'edizione italiana il protagonista interpretato da Hopkins è chiamato Thomas Crawford invece che Theodore "Ted" Crawford come nella versione originale.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema