Il calice d'argento (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il calice d'argento
Titolo originaleThe Silver Chalice
AutoreThomas B. Constain
1ª ed. originale1952
Genereromanzo
Lingua originale inglese

Il calice d'argento è un romanzo storico del 1952 di Thomas B. Constain.

È la storia della creazione di un calice d'argento per sostenere il Santo Graal (che viene definito anche il Santo Calice) ed include personaggi del I secolo biblico come Luca, Giuseppe di Arimatea, Simon Magus e sua moglie Elena, e l'apostolo Pietro.

La storia è basata sul ritrovamento archeologico di un calice d'argento del I secolo in Antiochia. È forse uno dei precursori della leggenda di Re Artù.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo racconta la storia di Basilio, un giovane artigiano, che è ingaggiato dall'apostolo Luca, per conto di Giuseppe d'Arimatea, per realizzare una custodia, ove riporre il calice che Gesù Cristo aveva usato durante l'Ultima Cena.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Tre anni dopo la sua pubblicazione, la Warner Bros. ne trasse una versione cinematografica del libro. Tra gli interpreti c'è Paul Newman, nella sua prima interpretazione, nel ruolo di Basil l'artigiano.

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura