Il GGG - Il grande gigante gentile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il GGG - Il grande gigante gentile
Il GGG - Il grande gigante gentile.jpg
Una scena dal trailer del film
Titolo originale The BFG
Lingua originale inglese
Paese di produzione Regno Unito, Stati Uniti d'America, Canada
Anno 2016
Durata 117 min
Rapporto 2,35:1
Genere fantastico, avventura
Regia Steven Spielberg
Soggetto Roald Dahl (romanzo)
Sceneggiatura Melissa Mathison
Produttore Steven Spielberg, Frank Marshall, Sam Mercer
Produttore esecutivo Kathleen Kennedy, John Madden, Kristie Macosko Krieger, Michael Siegel, Frank Smith, Naia Cucukov
Casa di produzione Walt Disney Pictures, Amblin Entertainment, Reliance Entertainment, Walden Media, The Kennedy/Marshall Company
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Janusz Kaminski
Montaggio Michael Kahn
Effetti speciali Andrew Durno, James Kozier
Musiche John Williams
Scenografia Rick Carter
Costumi Joanna Johnston
Trucco Jennifer Machnee
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il GGG - Il grande gigante gentile (The BFG) è un film del 2016 diretto e prodotto da Steven Spielberg. La pellicola è scritta da Melissa Mathison ed è interpretata da Ruby Barnhill, Mark Rylance, Penelope Wilton e Bill Hader.

Primo film diretto da Spielberg ad essere prodotto e distribuito dalla Walt Disney[1], è l'adattamento cinematografico del romanzo del 1982 Il GGG scritto da Roald Dahl, già portato sul grande schermo col film d'animazione del 1989 Il mio amico gigante.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una notte Sophie, una bambina che vive in un orfanotrofio a Londra, viene rapita da un gigante, che la porta nel suo mondo, dove vivono altri giganti cannibali. Questi giganti si nutrono di carne umana, soprattutto bambini, ma il gigante che ha rapito Sophie non è come tutti gli altri: il suo nome è GGG (acronimo di "Grande Gigante Gentile"), è l'unico della sua specie che non mangia uomini e per di più è gentile e simpatico. Sophie e GGG diventano amici, e la bambina aiuta il gigante nel suo lavoro: creare e portare sogni belli ai bambini che dormono. Un giorno, però, Sophie e GGG scoprono che gli altri giganti hanno intenzione di fare una nuova strage e così i due amici decidono di avvisare la Regina d’Inghilterra della prossima minaccia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

I primi tentativi di realizzare un adattamento su grande schermo del romanzo Il GGG sono stati fatti nel 1991, quando i produttori Frank Marshall e Kathleen Kennedy cercarono di coinvolgere la Paramount Pictures.[2] Nel 1998 i coniugi Robin Swicord e Nicholas Kazan hanno scritto una sceneggiatura per un possibile film, pensando a Robin Williams nella parte principale del GGG.[3] Nel 2001 la sceneggiatura viene riscritta da Gwyn Lurie con l'approvazione della fondazione Dahl.[4]

Nel settembre 2011 la DreamWorks annuncia di aver acquistato i diritti cinematografici del libro; Kennedy e Marshall vengono confermati come produttori, e Melissa Mathison viene chiamata per scrivere la sceneggiatura.[5] Nell'aprile 2014 viene annunciato Steven Spielberg come regista.[6] Nel marzo 2015 la Walden Media annuncia il suo ruolo di co-finanziatrice e co-produttrice del film. Nell'aprile 2015 la Walt Disney Pictures, che avrebbe dovuto distribuire il film attraverso la sua Touchstone Pictures, annuncia la sua entrata in co-produzione nel film e la distribuzione sotto il marchio Walt Disney.[7] Infine la Dreamworks non viene accreditata nel progetto e viene sostituita dalla casa di produzione di Spielberg, la Amblin Entertainment.[8]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Steven Spielberg, Ruby Barnhill e Mark Rylance al Festival di Cannes 2016.

Nell'ottobre 2014 Mark Rylance viene scelto per il ruolo del GGG.[9] A dicembre viene scelta la giovane attrice inglese Ruby Barnhill per il ruolo di Sophie.[10] A marzo 2015 si aggiunge al cast Bill Hader nel ruolo di un gigante malvagio,[11] e ad aprile viene annunciato il resto del cast, composto da Penelope Wilton, Rebecca Hall, Jemaine Clement, Michael David Adamthwaite, Daniel Bacon, Chris Gibbs, Adam Godley, Jonathan Holmes, Paul Moniz de Sa e Ólafur Ólafsson.[12]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese principali sono avvenute a Vancouver dal 23 marzo al 12 giugno 2015.[13][14]

Effetti visivi[modifica | modifica wikitesto]

Gli effetti visivi del film, girato in tecnica mista,[15] sono curati dalla Weta Digital.[16]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer del film viene pubblicato il 9 dicembre 2015,[17][18] mentre il trailer esteso viene diffuso il 5 aprile 2016[19].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato, fuori concorso, al Festival di Cannes 2016[20] il 14 maggio[15].

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 1º luglio 2016,[21][22] mentre la data di uscita in Italia, inizialmente prevista per il 15 settembre 2016, e poi posticipata al 1º gennaio 2017,[23] è avvenuta il 30 dicembre 2016.[24]

Negli Stati Uniti il film è stato distribuito nelle sale dalla Walt Disney Pictures,[25] nel Regno Unito dalla Entertainment One[26] ed in Italia da Medusa Film.[27]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film viene considerato un flop al botteghino;[32] costato 140 milioni di dollari più le spese di marketing, la pellicola ha registrato un incasso complessivo di 183 milioni di dollari, di cui 55 nelle sale statunitensi e 124 nel resto del mondo,[33] riportando una perdita di circa 100 milioni da suddividere tra le case di produzione Disney, Amblin Entertainment e Participant Media.[32][34]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mirko D'Alessio, Il Gigante Gentile: ecco il secondo trailer del nuovo film di Steven Spielberg, badtaste.it, 5 aprile 2016. URL consultato il 5 aprile 2016.
  2. ^ (EN) Glenn Whipp, Frank Marshall focuses on practical, su Variety, 17 febbraio 2009. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  3. ^ (EN) 'Husband' vows renewed; doc on saint set, su Variety, 22 ottobre 1998. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  4. ^ (EN) Dana Harris, Lurie back to book for 'Chocolate' pic, su Variety, 27 febbraio 2002. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  5. ^ (EN) Joshua L. Weinstein, DreamWorks Is Still Buying -- Picks Up Roald Dahl's 'BFG' (Exclusive), su TheWrap, 23 settembre 2011. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  6. ^ (EN) Kim Masters , Rebecca Ford, Steven Spielberg to Direct Roald Dahl Adaptation 'BFG' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 25 aprile 2014. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  7. ^ (EN) James Rainey, Steven Spielberg Takes First Directing Turn With Walt Disney Studios, su Variety, 13 aprile 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  8. ^ (EN) Pamela McClintock, Will Steven Spielberg Drop the DreamWorks Name?, su The Hollywood Reporter, 24 settembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  9. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Mark Rylance To Play 'The BFG' In Roald Dahl Adaptation By Steven Spielberg, su Deadline.com, 27 ottobre 2014. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  10. ^ (EN) Steven Spielberg Casts 10-Year-Old Ruby Barnhill as Lead in 'The BFG', su TheWrap, 6 dicembre 2014. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  11. ^ (EN) Linda Ge, Bill Hader Joining Steven Spielberg's 'The BFG', su TheWrap, 27 marzo 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  12. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Disney Signs On To Co-Fi Steven Spielberg's 'The BFG', su Deadline.com, 13 aprile 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  13. ^ (EN) On the Set for 3/23/15: Ryan Reynolds Starts Shooting ‘Deadpool’, Chloe Grace Moretz Begins ‘November Criminals’ & More | SSN Insider, su SSN Insider, 23 marzo 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  14. ^ (EN) Frank Marshall, What a day! JURASSIC WORLD opens and BFG wraps. Cheers!, su Twitter, 13 giugno 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  15. ^ a b Giorgio Viaro, Il gigante gentile travolge Cannes! La recensione del nuovo capolavoro di Spielberg, Best Movie, 14 maggio 2016. URL consultato il 14 maggio 2016.
  16. ^ (EN) Alex Ritman, CineEurope: Steven Spielberg Talks 'BFG' Filming, su The Hollywood Reporter, 22 giugno 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  17. ^ Mirko D'Alessio, Il GGG: ecco il teaser trailer del nuovo film di Steven Spielberg!, su BadTaste.it, 9 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  18. ^ Filmato audio Disney Movie Trailers, Disney's The BFG - Teaser Trailer, su YouTube, 9 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  19. ^ Filmato audio Disney Movie Trailers, Disney's The BFG - Official Trailer, su YouTube, 5 aprile 2016. URL consultato il 5 aprile 2016.
  20. ^ Marita Toniolo, Cannes 2016: ecco il programma! Sean Penn, Winding Refn, Nichols e Almodovar in concorso, Best Movie, 14 aprile 2016. URL consultato il 14 aprile 2016.
  21. ^ (EN) Dave McNary, Tom Hanks-Steven Spielberg Cold War Thriller Set for Oct. 16, 2015, su Variety, 16 giugno 2014. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  22. ^ Carola Proto, Medusa Film: presentato il nuovo listino con i film del 2016, su ComingSoon.it, 3 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  23. ^ Andrea Francesco Berni, Il Gigante Gentile di Steven Spielberg a gennaio 2017 in Italia, badtaste.it, 14 aprile 2016. URL consultato il 15 aprile 2016.
  24. ^ Andrea Bedeschi, Il GGG – il Grande Gigante Gentile, anticipata l’uscita italiana del nuovo film di Steven Spielberg, badtaste.it, 3 novembre 2016. URL consultato il 3 novembre 2016.
  25. ^ James Rainey, Steven Spielberg Takes First Directing Turn With Walt Disney Studios, su Variety. URL consultato il 13 aprile 2015.
  26. ^ Steven Spielberg’s ‘The BFG’ Primed for U.K. Release With eOne, su Variety, 11 luglio 2014. URL consultato il 12 luglio 2014.
  27. ^ Accordo di distribuzione Medusa Film – Leone Group, medusa.it. URL consultato il 1º agosto 2016.
  28. ^ (EN) THE INTERNATIONAL PRESS ACADEMY ANNOUNCES NOMINATIONS FOR THE 21th ANNUAL SATELLITE™ AWARDS (PDF), pressacademy.com. URL consultato il 1 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2016).
  29. ^ Andrea Francesco Berni, Annie Awards 2016: Zootropolis e Kubo e la Spada Magica guidano le nomination!, badtaste.it, 29 novembre 2016. URL consultato il 29 novembre 2016.
  30. ^ (EN) BEST-REVIEWED KIDS/FAMILY MOVIES 2016, Rotten Tomatoes, 12 gennaio 2017. URL consultato il 12 gennaio 2017.
  31. ^ (EN) Dave McNary, ‘Rogue One,’ ‘Walking Dead’ Lead Saturn Awards Nominations, Variety, 2 marzo 2017. URL consultato il 23 aprile 2017.
  32. ^ a b (EN) Pamela McClintock, Summer Box-Office Winners and Losers: From 'Finding Dory' to 'Ben-Hur', The Hollywood Reporter, 4 settembre 2016. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  33. ^ (EN) The BFG (2016), su Box Office Mojo. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  34. ^ I più grandi flop del 2016, Best Movie, 4 gennaio 2017. URL consultato il 4 gennaio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema