Idromagnesite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Idromagnesite
Hydromagnesite-182980.jpg
Classificazione Strunz V/E.01-10
Formula chimica Mg5(CO3)4(OH)2·4(H2O)
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino monoclino

 

Classe di simmetria Carbonati

 

Parametri di cella  
Gruppo puntuale 2/m
Gruppo spaziale P 21/c
Proprietà fisiche
Densità 2,17

  g/cm³

Durezza (Mohs) 2-3

 

Sfaldatura perfetta

 

Frattura irregolare

 

Colore incolore (allocromatica)

 

Lucentezza da vitrea a sericea

 

Opacità  
Striscio  
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

L'idromagnesite è un minerale, appartenente al gruppo omonimo, un carbonato di magnesio diffuso nelle fessure delle rocce serpentinose e nelle dolomie. Ha cristalli piccoli e sottili, che raramente si presentano distinti.

Abito cristallino[modifica | modifica sorgente]

L'idromagnesite si trova soprattutto nelle fessure di rocce serpentinose, dove è spesso associata ad aragonite, artinite e ad altri carbonati di magnesio. In questo tipo di giacitura è molto frequente in numerose località del Piemonte e della Valle d'Aosta (Colle Fubina, presso Viù; Monte Fobè, Emarese; Punta Jolanda, Gressoney-la-Trinitè). In Lombardia è presente, in provincia di sondrio, nella Val Melenco (zone di Campo Frascia e di Rocca del Castellaccio); in Liguria si trova al Monte Ramazzo, presso Borzoli (Genova). Un'altra giacitura è costituita dalle dolomie metamorfosate per contatto, dove l'idromagnesite si forma per alterazione della brucite: così si trova in Valle Rossa, presso Cene, nel Bergamasco; in Trentino, nelle cave di Pilcante, presso Ala e Canzoccoli, vicino a Predazzo. Nel Vicentino era un tempo comune nelle ex-cave di marmo "grigio perla" della Val d'Astico, vicino ad Arsiero, e, in piccoli geodi tappezzati da cristalli ben formati, nella contrada Pinerolo di Torrebelvicino, presso Schio. Tra le località estere vanno certamente ricordate le miniere di cromite di Dovez (nel distretto di Minab) e di Abdasht (nel distretto di Esfandaque), in Iran, dove nel 1965 e nel 1971 furono rinvenuti eccezionali gruppi di cristalli di lunghezza compresa tra i 3 e i 10 cm, che costituiscono a tutt'oggi i migliori esemplari di idromagnesite finora scoperti.

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica sorgente]

In natura è molto raro questo minerale ma si può trovare nelle serpentine alpine (Kraubath, Austria; Val Malenco, Valle d'Aosta) ed extraalpine (Moravia, Serbia, California, Nevada, Cuba); nei blocchi dolomitici del Monte Somma (Campania) e nei tufi di Ariccia (Roma); nell'aureola di contatto metamorfico di Predazzo (Trento).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia