Identikit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Identikit (disambigua).
Identikit di Paolo di Tarso per la LKA (ente regionale per la lotta alla criminalità) della Renania Settentrionale-Vestfalia.

Identikit è un termine proveniente dalla lingua inglese, ma di uso comune in Italia, composto da identification (identificazione) e kit (apparecchiatura).

Nei paesi di lingua inglese, ad esempio, ci si riferisce infatti a queste ultime come a "facial composite", mentre in lingua tedesca si parla di "phantombild" e in francese di "portrait-robot".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questa tecnica cominciò ad essere usata nella seconda metà del XX secolo, a partire dagli anni cinquanta e in tale periodo le polizie si avvalevano di esperti ritrattisti che disegnavano le sembianze dei volti sulla base delle sole testimonianze orali, cercando di essere più verosimili possibile.

Successivamente la Smith & Wesson sviluppò un sistema consistente in una serie di circa duemila fogli di acetato proiettabili con una lavagna luminosa, ciascuno dei quali conteneva una sola variante di un elemento del viso (naso, occhi, labbra, mento, fronte, capigliatura, orecchie) o di un elemento accessorio (occhiali, barba, baffi, cicatrici). La sovrapposizione di ciascun foglio dava origine alla ricostruzione di un ritratto approssimativo della persona da identificare. Questo sistema venne brevettato come Smith & Wesson's Identikit, da cui il nome che, solo in Italia, ha finito con l'indicare l'intera procedura e, per estensione, anche le ricostruzioni che vengono poi diffuse dalla polizia.

Nell'età contemporanea, qualsiasi personal computer è in grado di utilizzare programmi di grafica evoluta, le polizie ricostruiscono i tratti somatici delle persone ricercate grazie ad appositi software che svolgono le stesse funzioni, ma con maggior immediatezza e verosimiglianza.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Con questo termine si indica comunemente la procedura, in uso presso le forze di polizia polizie di molti Stati del mondo, che consente di ricostruire, attraverso le indicazioni di testimoni oculari, i tratti somatici di individui sconosciuti, ad esempio protagonisti di episodi criminosi, o persone scomparse.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]