Idem con patate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Idem con patate è un modo di dire colloquiale della lingua italiana.

Si usa per dire "lo stesso come già detto poc'anzi", "come sopra", con accezione ironica, nel sottolineare l'ordinarietà del seguito (che non aggiunge nulla) o la ripetitività: come a dire "(sempre) la solita minestra", "niente di nuovo", anche semplicemente a conferma di quanto già detto.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Si dice comunemente che il modo di dire venga dalla barzelletta in cui una famiglia povera e analfabeta per una volta poté permettersi d'andare al ristorante a prelibatezze ma il capofamiglia, non sapendo leggere il menù, scelse a caso e si vide arrivare un piatto di fagioli (o un'altra comunissima pietanza), quindi la moglie pensò bene di orecchiare la coppia vicina di tavolo, dove la signora stava ordinando appunto "Idem con patate" indicando lo splendido pollastro (o arrosto ecc) che stava addentando il suo commensale e la povera analfabeta così chiese, per vedersi arrivare con delle patate il solito piatto di eterni fagioli.

Altri hanno provato a riferire la provenienza della frase da regioni del nord Italia di tradizione culinaria tedesca, dove la patata è particolarmente presente; il detto compare presto a diffusione nazionale, attestato dalla seconda metà del Novecento.

Un'altra spiegazione parla di retroletture (paretimologiche) d'una storpiatura popolare, canzonatoria, della locuzione latina "Idem comparate (ad)" (nel significato di "lo stesso, come sopra, applicato (a)") in uso nei trattati anche moderni in tale lingua.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]