Idee per una fenomenologia pura e una filosofia fenomenologica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Idee per una fenomenologia pura e una filosofia fenomenologica
Titolo originaleIdeen zu einer reinen Phänomenologie und phänomenologischen Philosophie
AutoreEdmund Husserl
1ª ed. originale1913
GenereSaggio
Lingua originale tedesco

Idee per una fenomenologia pura e una filosofia fenomenologica (titolo originale, Ideen zu einer reinen Phänomenologie und phänomenologischen Philosophie) è un'opera del filosofo tedesco Edmund Husserl, composta di tre volumi (di cui il primo a sua volta diviso in due tomi):

  • Primo libro: Introduzione generale alla fenomenologia pura (Erstes Buch: Allgemeine Einführung in die reine Phänomenologie)
    • Tomo primo, testo delle edizioni 1 - 3 (1. Halbband: Text der 1.-3. Auflage)
    • Tomo secondo, testi integrativi (1912 - 1929) (2. Halbband: Ergänzende Texte (1912-1929))
  • Secondo libro: Ricerche fenomenologiche sulla costituzione (Zweites Buch: Phänomenologische Untersuchungen zur Konstitution)
  • Terzo libro: La fenomenologia e i fondamenti delle scienze (Drittes Buch: Die Phänomenologie und die Fundamente der Wissenschaften)

Nel primo volume, si introduce il concetto secondo cui nell'osservazione scientifica la percezione dell'oggetto nell'osservatore viene modificata dall'interazione e dalla relazione con l'oggetto conosciuto. Famoso l'esempio dell'albero: esso è conosciuto con una mediazione tra il concetto di albero e la sua reale esistenza. La conoscenza viene effettuata attraverso i sensi che sono i vettori della conoscenza, ma si tiene conto anche del concetto di albero formatosi a priori.

La filosofia di Husserl apre la strada all'esistenzialismo heideggeriano e alle scuole psicologiche fenomenologiche come quella di Minkowski.

Filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di filosofia