I sotterranei della libertà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I sotterranei della libertà
Titolo originale Os subterrâneos da libertade
Autore Jorge Amado
1ª ed. originale 1954
Genere romanzo
Sottogenere Brasile
Lingua originale portoghese

I sotterranei della libertà è un'opera letteraria di Jorge Amado, pubblicata nel 1954. L'opera si suddivide in tre parti: Tempi difficili (Os ásperos tempos), Agonia della notte (Agonia da noite) e La luce in fondo al tunnel (A luz no túnel). In italiano è pubblicata in tre volumi da Einaudi, nella traduzione di Daniela Ferioli.

Trama e struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il libro espone in termini romanzeschi alcune vicende della storia del Brasile moderno, a partire dall'insediamento del regime di Getúlio Vargas, sino al termine dello stesso e al ripristino della democrazia nel Paese. Diversamente dal suo solito stile Amado opta per un romanzo nel quale l'umile, multietnica e viva umanità che popola buona parte delle sue opere non è più l'elemento centrale della vicenda narrata. In quest'opera essa infatti non ha quello spessore e quella veridicità che Amado aveva ben altrimenti reso in altre opere. Ne scaturisce un'opera alquanto politicizzata e stereotipata, nella quale la caratterizzazione dei personaggi è debole e priva di spessore. Amado si piega alle necessità dei tempi (si tenga conto che l'opera venne scritta mentre lo scrittore era esule a Praga), ed entra nella logica politica dell'intellettuale di sinistra sudamericano. Ne risulta un'opera improntata a uno stretto formalismo di stampo zdanoviano, caratterizzata dall'esaltazione dell'eroe proletario in lotta contro una borghesia avida e imbelle quanto crudele e spregiudicata.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura