I sette messaggeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I sette messaggeri
Autore Dino Buzzati
1ª ed. originale 1942
Genere Racconti
Lingua originale italiano

I sette messaggeri è la prima raccolta di racconti di Dino Buzzati, comparsa nel 1942. Parte di questi racconti sono stati poi raccolti in Sessanta racconti e ne La boutique del mistero.

Grazie alla fama ottenuta con Il deserto dei Tartari, I sette messaggeri riscosse subito un gran successo di pubblico e di critica.

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

In questa raccolta, che prende il nome dal racconto omonimo, compaiono alcuni racconti fondamentali di Buzzati.

La raccolta contiene Sette piani, forse il racconto più famoso di Buzzati.

L'uccisione del drago e Una cosa che comincia per elle sono altre due importanti storie: nella prima lo scrittore mette in risalto l'ingiustizia di chi, con una superiorità netta, si diverte a compiere atti violenti contro gli indifesi, mentre nel secondo è presente tutta l'imprevedibilità e la cattiveria del destino umano.

Lista dei racconti[modifica | modifica wikitesto]

  1. I sette messaggeri
  2. L'assalto al Grande Convoglio
  3. Sette piani
  4. Ombra del sud
  5. Eppure battono alla porta
  6. Eleganza militare
  7. Temporale sul fiume
  8. L'uomo che si dava arie
  9. Il memoriale
  10. Cèvere
  11. Il mantello
  12. L'uccisione del drago
  13. Una cosa che comincia per elle
  14. Il dolore notturno
  15. Notizie false
  16. Quando l'ombra scende
  17. Vecchio facocero
  18. Il sacrilegio
  19. Di notte in notte

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dino Buzzati, I sette messaggeri, Milano, Mondadori, 1942.
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura