Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

I segreti dell'isola misteriosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I segreti dell'isola misteriosa
恐竜冒険記ジュラトリッパー
(Kyōryū bōken jura torippā)
Capo (Jura tripper).png
Capo nella sigla iniziale originale
Genereavventura, fantascienza
Serie TV anime
AutoreJules Verne (romanzo Due anni di vacanze)
RegiaKunihiko Yuyama
Char. designKenichi Chikanaga, Mari Tominaga
MusicheToshiyuki Omori
StudioAshi Productions
ReteTV Tokyo
1ª TV2 aprile – 24 dicembre 1995
Episodi39 (completa)
Aspect ratio4:3
Durata ep.24 min
Rete it.Italia 1
1ª TV it.12 agosto 1995
Episodi it.39 (completa)
Durata ep. it.24 min
Dialoghi it.Cristina Robustelli, Pino Pirovano
Studio dopp. it.Deneb Film
Dir. dopp. it.Federico Danti

I segreti dell'isola misteriosa (恐竜冒険記ジュラトリッパー Kyōryū bōken jura tripper?) è un anime giapponese prodotto nel 1995 da Ashi Productions in 39 puntate ed è tratto principalmente dal romanzo fantascientifico Dinotopia e riprende in parte anche il romanzo per ragazzi Due anni di vacanze (Deux ans de vacances) dello scrittore francese Jules Verne.

È stato trasmesso per la prima volta in Italia nel 1995, nella fascia pomeridiana del palinsesto di Italia 1. La serie è stata in seguito replicata su Hiro dal 3 agosto 2009 alle ore 18.50 circa[1].

Quasi tutti i master originali italiani della serie furono distrutti in un incendio negli archivi Mediaset. Solo le copie dei master esistono.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di giovani allievi di un'accademia navale parte per un viaggio a bordo di una nave. Una strana tempesta manda in tilt i comandi della nave, che finisce fuori rotta ed approda su di un'isola sconosciuta. Dopo una serie di peripezie, i ragazzi scoprono di trovarsi in una dimensione parallela, un mondo abitato da uomini e dinosauri; alcuni di questi ultimi sono intelligenti e capaci di parlare, anche se la loro razza viene "schiavizzata" dagli uomini e utilizzata solo per i lavori più pesanti. Nel cercare di trovare un modo per tornare a casa, i protagonisti dovranno affrontare non pochi pericoli, ma faranno anche delle sorprendenti scoperte.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi de I segreti dell'isola misteriosa.

L'anime si caratterizza per la scelta di non assegnare nomi ai personaggi, ma solo "nomi in codice".

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore giapponese Doppiatore italiano
Capo Masami Kikuchi Daniele Demma
Serpente Tsutomu Kashiwakura Davide Garbolino
Principessa Yoko Mizutani Elisabetta Spinelli
Presidente Shinichirō Miki Luca Semeraro
Tigre Yuri Amano Patrizia Scianca
Lady Mariko Kouda Alessandra Karpoff
Re Aiaris Augusto Di Bono
Panzer Wataru Takagi Claudio Moneta
Dottoressa Michiko Neya Debora Magnaghi
Asso Ryōzō Ishino Diego Sabre
Baby Irene Scalzo
Zans Veronica Pivetti
Mozar Yasunori Matsumoto Federico Danti
Manua Yumi Hikita
Nerd Patrizia Scianca

Staff del doppiaggio italiano[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi de I segreti dell'isola misteriosa.

La serie è composta da 39 episodi.

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Giapponesi[modifica | modifica wikitesto]

  • "僕たちのスタート" (Bokutachi no start?)
Posizione: Sigla d'apertura
Testo e componimento di: Chiaki Ishikawa
Arrangiamento di: Akihisa Matsuura
Cantata da: Hironobu Kageyama
  • "Sunday Island"
Posizione: Sigla di chiusura
Testo e componimento di: Yuki Kajiura
Arrangiamento di: Akihisa Matsuura
Cantata da: Mariko Kouda

Italiana[modifica | modifica wikitesto]

  • "I segreti dell'isola misteriosa"
Posizione: Sigla d'apertura e chiusura
Musica di Silvio Amato
Testo di Alessandra Valeri Manera
Cantata da: Cristina D'Avena (voce) e I Piccoli Cantori di Milano (coro) diretti da Laura Marcora[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ritorna su Hiro l'anime de I segreti dell'Isola Misteriosa, in AnimeClick.it, 28 luglio 2009. URL consultato il 28 novembre 2017.
  2. ^ I segreti dell'isola misteriosa, su Tana delle Sigle. URL consultato il 28 novembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]