I pappagalli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I pappagalli
Sordi-Fabrizi-Pappagalli.jpg
Alberto Sordi e Aldo Fabrizi in una scena del film
Titolo originale I pappagalli
Paese di produzione Italia
Anno 1955
Durata 95 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Bruno Paolinelli
Soggetto Bruno Paolinelli
Mario Mattoli
Sceneggiatura Ruggero Maccari, Ettore Scola, Aldo Fabrizi, Peppino De Filippo, Bruno Paolinelli
Produttore Armando Cataldi
Fotografia Arturo Gallea
Montaggio Nella Nannuzzi
Musiche Carlo Innocenzi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I pappagalli è un film del 1955 diretto da Bruno Paolinelli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una giornata domenicale in un condominio dei Parioli. Nella storie seguiamo le vicende delle tate nel giorno della loro libera uscita. Alberto Alberto Sordi tenterà di sedurre Giulietta Cosetta Greco la propria tata approfittando dell'assenza della moglie promettendole aumenti e aiuto per la famiglia ma finirà per licenziarla. Caterina Maria Fiore sarà coinvolta in una rissa al parco mentre è seduta su una panchina attendendo il suo fidanzato accanto ad un uomo ma la moglie di quest'ultimo credendo che il marito ci stia provando con la donna accanto a lei inizierà a prendere a sberle Caterina. Angelina Maria Grazia Francia è una giovane donna sola che presta servizio all'amministratrice del palazzo donna molto autoritaria. Angelina sa che il suo fidanzato si è sposato ed aspetta un bambino e tenta il suicidio ma viene salvata dal portiere Antonio Aldo Fabrizi Peppino Peppino De Filippo fornitore perdigiorno dello stabile e mariolo (strapperà i bottoni della giacca di Antonio ogni volta che gli passa vicino e in un'altra scena ruberà la targhetta di un condomino) ha una relazione con la cameriera Antonietta Elsa Merlini. I due andranno a musei e ad un concerto ma proprio in quest'ultimo luogo Peppino verrà colpito da singhiozzo e verranno cacciati fuori. Fulvia Maria Pia Casilio uscirà con un marinaio che le fa il filo Raffaele Pisu. Non mancano le macchiette tra Aldo Fabrizi che ci prova sempre con le tate, la moglie Titina De Filippo e Peppino De Filippo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Lo stabile in cui è ambientato il film si trova in via Gualtiero Castellini 13, ai Parioli, a Roma.

Per la seconda volta viene riproposta la coppia di Aldo Fabrizi in qualità di portinaio e Peppino De Filippo in qualità di perdigiorno come era già avvenuto nel film Siamo tutti inquilini.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema