I padroni della notte (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I padroni della notte
Padroni-Phoenix.png
Joaquin Phoenix in una scena del film
Titolo originaleWe Own the Night
Paese di produzioneUSA
Anno2007
Durata117 min
Generedrammatico, poliziesco, thriller, gangster
RegiaJames Gray
SceneggiaturaJames Gray
ProduttoreMark Wahlberg
FotografiaJoaquín Baca-Asay
MontaggioJohn Axelrad
MusicheWojciech Kilar
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

« Due fratelli divisi dalla legge uniti nella vendetta. »

(Tagline del film)

I padroni della notte (We Own the Night) è un film del 2007 scritto e diretto da James Gray.

È stato presentato in concorso al 60º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Due fratelli, molto diversi tra loro, nella vita hanno preso strade completamente diverse. Joe ha seguito le orme paterne, diventando un rispettabile poliziotto, mentre Bobby, che ha rinnegato il cognome del padre ma solo per questioni di affari, gestisce un locale dove si svolgono i traffici loschi della mafia russa apparentemente a sua insaputa; è fidanzato con Amada Juarez.

Una notte, le forze dell'ordine guidate da Joe fanno irruzione nel locale di Bobby per arrestare il boss Vadim, frequentatore del suo locale e nipote del suo datore di lavoro; Bobby si rifiuta di collaborare con il padre e il fratello.

La polizia riesce a catturare Vadim, che decide di vendicarsi. Una sera, un aggressore mascherato spara a Joe, ma questo sopravvive dopo quattro mesi in ospedale. Vadim, ignaro dei legami familiari di Bobby, confida che il capo sarà la prossima vittima. Bobby decide di aiutare la polizia e perciò lui e Amada vengono posti nel programma sotto protezione, riconciliandosi alla sua famiglia.

Vadim e i suoi scagnozzi hanno ormai scoperto la vera identità di Bobby e decidono di farlo fuori. Un giorno, Bobby e Amada fuggono da alcuni uomini di Vadim che, durante una sparatoria, sparano al padre uccidendolo.

A questo punto, Bobby decide di vendicare suo padre e si unisce ufficialmente alla polizia: Amada prende molto male la sua scelta e lo lascia. Bobby e suo fratello scoprono il covo di Vadim, e, arrivati al posto, Vadim fugge in un campo di canne e la polizia ferma lui e i suoi scagnozzi con dei razzi; Bobby vede Vadim e gli spara al petto uccidendolo.

Tempo dopo, Bobby diventa un agente di polizia a tempo pieno e, durante una cerimonia, Joe rivela a Bobby che ha deciso di passare ad un lavoro nel settore dell'amministrazione per passare più tempo con i suoi tre figli (all'inizio erano solo due). Nella scena finale,prima che i due fratelli esprimano il loro amore fraterno, si intravede il volto di Amada tra la folla: ma è solo frutto di un'illusione di Bobby.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 2007, festival-cannes.fr. URL consultato l'11 luglio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN305156370 · GND: (DE1038796881 · BNF: (FRcb16763924n (data)
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema