I miliardari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I miliardari
Paese di produzione Italia
Anno 1956
Durata 90 minuti
Dati tecnici bianco e nero
rapporto: 2,35:1, in Cinepanscope
Genere drammatico, sentimentale
Regia Guido Malatesta
Soggetto Guido Malatesta
Sceneggiatura Angelo De Giglio, Guido Malatesta
Produttore esecutivo Folco Laudati
Casa di produzione T.A.I. Film
Distribuzione (Italia) Filmar
Fotografia Salvatore Occhipinti
Montaggio Renato Cinquini
Musiche Riz Ortolani
Scenografia Ivo Battelli
Trucco Giovanni Ranieri
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I miliardari è un film di genere drammatico sentimentale del 1956 diretto da Guido Malatesta.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Milano. Due industriali combinano un matrimonio d'interesse tra i loro figli per risollevare le loro aziende. Ma Aldo s'innamora di una dattilografa ed Elsa prova un'attrazione per Marco, un pittore. Queste unioni sono contrastate dai severi padri, che licenziano la dattilografa e offrono denaro al pittore purché non frequenti più sua figlia. Mentre Aldo, disgustato dal comportamento paterno, fugge negli Stati Uniti, Elsa si accorge di aspettare un bambino dal pittore e lo dà alla luce. Il piccolo però si ammala subito e il padre, pentito della sua severità, fa chiamare un luminare per un consulto. Quando comunica che per guarire il neonato si necessita di un farmaco prodotto in America, si fa rientrare Aldo col medicinale. Lieto fine.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, girato negli studi di Cinecittà, venne iscritto al Pubblico registro cinematografico con il n. 1.789. Presentato alla Commissione di Revisione Cinematografica il 1º ottobre 1956, ottenne il visto di censura n. 22.736 dell'8 ottobre 1956, con una lunghezza della pellicola di 2.450 metri. Ebbe la prima proiezione pubblica il 22 novembre 1956.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema