I mietitori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I mietitori
Dramma satiresco perduto
Satyros Cdm Paris DeRidder509.jpg
Satiro con il suo flauto
AutoreEuripide
Titolo originaleΘερισταί
Lingua originaleGreco antico
Prima assoluta431 a.C.
Teatro di Dioniso, Atene
 

I mietitori (in greco antico: Θερισταί, Theristaì) è un dramma satiresco oggi perduto, scritto dal tragediografo Euripide nel V secolo a.C. L'opera venne composta per la tetralogia di Medea, Filottete e Ditti, quindi nel 431 a.C..

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nulla si sa della trama, ma si ipotizza che il coro fosse formato da satiri intenti alla mietitura per una festa: il dramma, comunque, risultava perduto già nel 200 a.C., secondo quanto riportava Aristofane di Bisanzio nella sua hypothesis alla Medea.
Non ci sono, in effetti, frammenti assegnabili ai Theristai ed è stato suggerito che questo poteva essere un titolo alternativo per il perduto dramma satiresco Syleus[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ C. Collard-M. Cropp, Euripides Fragments: Aegeus-Meleager, Harvard 2008, p. 413.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Avezzù, Il mito sulla scena, Marsilio, 2003. ISBN 978-88-317-8070-4
  • C. Collard-M. Cropp, Euripides Fragments: Aegeus-Meleager, Harvard 2008, p. 413.
Controllo di autoritàVIAF (EN198551672 · WorldCat Identities (EN198551672