I Sing the Body Electric

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I Sing the Body Electric
ArtistaWeather Report
Tipo albumStudio, live
Pubblicazioneluglio 1972[1]
pubblicato negli Stati Uniti
Durata47:21
Dischi1
Tracce7
GenereFusion
Jazz
EtichettaColumbia Records (PC/KC 31352)
ProduttoreShoviza Productions, Inc.
RegistrazioneNew York al Columbia Studios, novembre 1971 e gennaio 1972 (lato A)
Tokyo dal vivo al Shibuya Philharmonic Hall, 13 gennaio 1972 (lato B)
FormatiLP (1972),
CD (1991)
Certificazioni
Dischi d'oro0
Dischi di platino0
Weather Report - cronologia
Album precedente
(1971)
Album successivo
(1972)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 4/5 stelle[2]
Robert Christgau B[3]
Sputnikmusic 3.5 (Great)[4]
Debaser 4/5 stelle[5]
Storia della musica 8/10 stelle[6]

I Sing the Body Electric è il secondo album dei Weather Report, realizzato nel luglio del 1972.

In questo album comparivano due nuovi componenti della band: il percussionista Dom Um Romão ed il batterista Eric Gravatt.

Le ultime tre tracce erano state registrate il 13 gennaio 1972, durante un concerto a Tokyo. L'intero concerto sarà in seguito pubblicato nell'album Live in Tokyo.

L'album prende il titolo da un poema del 1855 di Walt Whitman[7], titolo ripreso anche da Ray Bradbury per un suo racconto del 1969[8].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

LP[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Unknown Soldier – 7:57 (Joe Zawinul)Registrato nel novembre 1971 al Columbia Studios di New York
  2. The Moors – 4:49 (Wayne Shorter)Registrato nel novembre 1971 al Columbia Studios di New York
  3. Crystal – 7:23 (Miroslav Vitous)Registrato nel gennaio 1972 al Columbia Studios di New York
  4. Second Sunday in August – 4:04 (Joe Zawinul)Registrato nel gennaio 1972 al Columbia Studios di New York
Lato B
  1. Medley – 10:45 – Registrato dal vivo il 13 gennaio 1972 al Shibuya Philharmonic Hall di Tokyo, Giappone
  2. a) Vertical Invader (Joe Zawinul)
    b) T. H. (Miroslav Vitous)
    c) Dr. Honoris Causa (Joe Zawinul)
  3. Surucucú – 7:46 (Wayne Shorter)Registrato dal vivo il 13 gennaio 1972 al Shibuya Philharmonic Hall di Tokyo, Giappone
  4. Directions – 4:37 (Joe Zawinul)Registrato dal vivo il 13 gennaio 1972 al Shibuya Philharmonic Hall di Tokyo, Giappone

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Weather Report[modifica | modifica wikitesto]

Ospiti
  • Andrew White - corno inglese (brano: "Unknown Soldier")
  • Hubert Laws, Jr. - flauto (brano: "Unknown Soldier")
  • Wilmer Wise - tromba (brano: "Unknown Soldier")
  • Ralph Towner - chitarra a 12 corde (brano: "The Moors")
  • Yolande Bavan - voce (brano: "Unknown Soldier")
  • Joshie Armstrong - voce (brano: "Unknown Soldier")
  • Chapman Roberts - voce (brano: "Unknown Soldier")
Note aggiuntive
  • Shoviza Productions, Inc. - produzione
  • Robert Devere - produttore esecutivo
  • Brani lato A: registrati nel novembre 1971 e nel gennaio 1972 al Columbia Studios di New York
  • Brani lato B: registrati dal vivo il 13 gennaio 1972 al Shibuya Philharmonic Hall di Tokyo, Giappone
  • Wayne Tarnowski - ingegnere delle registrazioni (Columbia Studios di New York)
  • Susumu Satoh - ingegnere delle registrazioni (Shibuya Philharmonic Hall di Tokyo, Giappone)
  • Wayne Tarnowski e Don Meehan - mixaggi
  • Ed Lee - design copertina album originale
  • Jack Trompetter e Fred Swanson - covert art album originale
  • Ringraziamenti a: Ray Colcord e Jim Tyrrell[9]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Album

Anno Classifica Posizione
raggiunta
1972 Billboard 200 Stati Uniti 147[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Billboard, New York, Lee Zhito, 1º luglio 1972, p. 52 (New LP/Tape Releases), https://www.americanradiohistory.com/Archive-Billboard/70s/1972/BB-1972-07-01.pdf. URL consultato il 29 marzo 2019.
  2. ^ (EN) I Sing the Body Electric, su AllMusic, All Media Network. Modifica su Wikidata
  3. ^ (EN) Robert Christgau: CG: nome musicista o gruppo, su robertchristgau.com.
  4. ^ (EN) Weather Report - I Sing the Body Electric, su sputnikmusic.com.
  5. ^ Weather Report - I Sing the Body Electric, su debaser.it.
  6. ^ Weather Report - I Sing the Body Electric, su ondarock.it.
  7. ^ I Sing the Body Electric by Walt Whitman, su poetryfoundation.org. URL consultato il 29 marzo 2019.
  8. ^ I Sing the Body Electric! & Other Stories, su goodreads.com. URL consultato il 29 marzo 2019.
  9. ^ Note di copertina di I Sing the Body Electric, Weather Report, Columbia Records, KC 31352, 1972.
  10. ^ Weather Report Chart History - Billboard, su billboard.com. URL consultato il 29 marzo 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica