I Hate Suzie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I Hate Suzie
PaeseRegno Unito
Anno2019 – in produzione
Formatoserie TV
Generecommedia nera, drammatico
Stagioni1
Episodi8
Durata32-40 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreLucy Prebble, Billie Piper
RegiaGeorgi Banks-Davies, Anthony Neilson
SceneggiaturaLucy Prebble
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
MusicheJohnny Lloyd, Nathan Coen
ProduttoreAndrea Dewsbery
Produttore esecutivoLucy Prebble, Billie Piper, Julie Gardner, Liz Lewin, Cameron Roach
Casa di produzioneBad Wolf, Sky Studios
Prima visione
Prima TV originale
Dal27 agosto 2020
Alin corso
Rete televisivaSky Atlantic
Prima TV in italiano
Dal3 luglio 2021
Alin corso
Rete televisivaSky Atlantic

I Hate Suzie è una serie televisiva britannica di genere commedia nera creata da Lucy Prebble e Billie Piper. È prodotta da Bad Wolf in collaborazione con Sky Studios, mentre Prebble in qualità di showrunner.

La serie segna la terza collaborazione tra Prebble e Piper, che precedentemente hanno lavorato insieme in Diario di una squillo perbene e The Effect. I Hate Suzie segue l'attrice Suzie Pickles, la cui vita va in frantumi quando il suo cellulare viene hackerato e delle sue foto compromettenti vengono diffuse. Ogni episodio è focalizzato su "una delle otto fasi del trauma" che Suzie prova.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Suzie Pickles è un'ex popstar adolescente e ora è un'attrice televisiva. Dopo che il suo telefono è stato violato e le sue fotografie condivise, Suzie lotta per conservare il suo matrimonio con Cob e proteggere suo figlio Frank. Nel frattempo, Naomi, amica e manager di Suzie, tenta di mantenere la sua carriera a galla.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione UK Prima TV Italia
Prima stagione 8 2020 2021

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le scene interne di I Hate Suzie sono state girate interamente a Londra. Alcune scene esterne sono state filmate al Park Avenue e Mimms Hall Road nella città di Potters Bar, Hertfordshire.[1] Per l'episodio "Denial", le scene in cui Suzie e Naomi partecipano ad un convegno di fantascienza, sono girate all'ExCeL London durante il MCM London Comic Con, nell'ottobre 2019.[2] Il 19 febbraio 2021 la serie è stata rinnovata per una seconda stagione.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

I Hate Suzie ha debuttato su Sky Atlantic e Now il 27 agosto 2020 con tutti gli episodi.[4] Il giorno seguente, è stata resa disponibile in Australia sul servizio di streaming Stan.[5] Negli Stati Uniti è disponibile dal 19 novembre 2020 sul servizio di streaming HBO Max.[6] In America Latina la serie è trasmessa dal 7 novembre 2020 su Warner. In Italia va in onda su Sky Atlantic dal 3 luglio 2021.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Matthew Smith, Hertfordshire town Potters Bar to appear in I Hate Suzie, Billie Piper's new Sky TV series, su hertfordshiremercury.co.uk, Hertfordshire Mercury, 15 agosto 2020. URL consultato il 2 luglio 2021.
  2. ^ (EN) BBC America Editors, First Look: Billie Piper Films Scene For TV Series 'I Hate Suzie' At London Comic Con, su bbcamerica.com, BBC America, 25 ottobre 2019. URL consultato il 2 luglio 2021.
  3. ^ (EN) Jake Kanter, Sky Renews 'I Hate Suzie' For Second Season, su deadline.com, Deadline Hollywood, 19 febbraio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  4. ^ Chris Edwards, Billie Piper's new Sky Atlantic drama I Hate Suzie heavily praised by gripped viewers, su digitalspy.com, Digital Spy, 27 agosto 2020. URL consultato il 2 luglio 2021.
  5. ^ New Series 'I Hate Suzie' Starring Billie Piper Coming To Stan, su scenestr.com.au, 26 agosto 2020. URL consultato il 2 luglio 2021.
  6. ^ Jane Kanter, 'I Hate Suzie': HBO Max Picks Up Comedy Drama From 'Succession' Writer Lucy Prebble, su deadline.com, Deadline, 9 ottobre 2020. URL consultato il 2 luglio 2021.
  7. ^ Mattia Manneschi, LE SERIE IN ARRIVO SU SKY E NOW A LUGLIO 2021, su Everyeye.it, 24 giugno 2021. URL consultato il 29 giugno 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione