I Barkleys di Broadway

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Barkleys di Broadway
I Barkleys di Brоadway.png
Una scena del film
Titolo originale The Barkleys of Broadway
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1949
Durata 109 min
Colore Colore (Technicolor)
Audio sonoro Mono (Western Electric Sound System)

Douglas Shearer

Rapporto 1,37 : 1
Genere musicale
Regia Charles Walters

Wallace Worsley Jr. (aiuto regista)

Sceneggiatura Betty Comden, Adolph Green e, non accreditato, Sidney Sheldon
Produttore Arthur Freed

Roger Edens (associato)

Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer (MGM)
Fotografia Harry Stradling Sr.
Montaggio Albert Akst
Effetti speciali Warren Newcombe
Costumi Irene e Valles

Joan Joseff (gioielli)

Trucco Jack Dawn e Dorothy Ponedel

Sydney Guilaroff (hair stylist)

Interpreti e personaggi

I Barkleys di Broadway (The Barkleys of Broadway) è un film del 1949 diretto da Charles Walters. Uno dei famosi musical della MGM prodotti da Arthur Freed, l'unico film a colori girato dalla coppia Astaire-Rogers (e l'ultima loro pellicola girata in coppia). Le coreografie sono di Robert Alton e di Hermes Pan, con Alex Romero come assistente.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Astaire-Rogers.JPG

I coniugi ballerini Josh e Dinah Barkley riscuotono grande successo in teatro come protagonisti di una rivista. La coppia entra in crisi quando Dinah - osteggiata dal marito - vuole cimentarsi anche in ruoli drammatici. La donna lo lascerà per lavorare con un regista francese che si è innamorato di lei.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), il film fu presentato in prima a New York il 4 maggio 1949.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema