I 4 tassisti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I 4 tassisti
I 4 tassisti - Film 1963.jpg
Titoli di testa del film
Titolo originaleI 4 tassisti
Paese di produzioneItalia
Anno1963
Durata100 min.
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaGiorgio Bianchi
SoggettoCastellano e Pipolo, Giorgio Bianchi, Mario Amendola, Leo Benvenuti, Piero De Bernardi
SceneggiaturaCastellano e Pipolo, Giorgio Bianchi, Mario Amendola, Leo Benvenuti, Piero De Bernardi
ProduttoreAntonio Cervi
FotografiaSilvano Ippoliti, Riccardo Pallottini
MusicheFiorenzo Carpi
ScenografiaPeppino Piccolo
CostumiVera Cozzolino
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I 4 tassisti è un film a episodi del 1963 diretto da Giorgio Bianchi con Aldo Fabrizi, Erminio Macario, Peppino De Filippo, Didi Perego e Gino Bramieri.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'episodio Lo sposo Baldassarre Boldrini si fa convincere dall'affascinante tassista Filomena, che lo sta accompagnando nella chiesa dove sta per sposarsi, a cambiare idea e fuggire con lei.

In Un'opera buona, Pasquale Scognamillo mentre è in autostrada di ritorno da Pompei, carica a bordo del suo taxi una finta suora, la quale con astuzia si fa consegnare del denaro. Ritornata a Napoli, si scoprirà che è una ragazza-squillo.

In Caccia al tesoro, Pomilio Barone scarrozza per Torino un'avvenente ragazza ubriaca, la quale lo coinvolge in una caccia al tesoro.

Ne L'uomo in bleu, Sor Gigi si accorge troppo tardi di aver accolto sul suo taxi un pericoloso ricercato, armato di pistola, con la quale poco prima aveva commesso un omicidio.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 13 dicembre del 1963.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Rossitti, Il film a episodi in Italia tra gli anni Cinquanta e Settanta, Alberto Perdisa Editore, 2005, p. 370, ISBN 9788883722981.
  2. ^ Cinema - Prime visioni Torino, in La Stampa, nº 295, 1963, p. 4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) I 4 tassisti, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema