I 4 monaci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I 4 monaci
I quattro monaci.jpg
I quattro "finti" monaci truffatori di professione
Titolo originaleI 4 monaci
Paese di produzioneItalia
Anno1962
Durata90 min
Rapporto1.85:1
Generecommedia
RegiaCarlo Ludovico Bragaglia
SoggettoBruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
SceneggiaturaBruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
ProduttoreGianni Buffardi
FotografiaEnzo Barboni
MontaggioGiuliana Attenni
MusicheArmando Trovajoli
ScenografiaGiorgio Giovannini
CostumiFerroni
TruccoFranco Di Girolamo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I 4 monaci conosciuto anche come I quattro monaci è un film del 1962 diretto da Carlo Ludovico Bragaglia, con Aldo Fabrizi, Peppino De Filippo, Nino Taranto, e Erminio Macario.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I due ladruncoli Giocondo e Crispino, specialisti in truffe, insieme ad altri due complici, Gaudenzio e Martino, decidono di fare un colpo fingendosi frati profughi dell'Ungheria e cercando di ottenere denaro. Ma ricevono solo ospitalità in un piccolo convento in Sicilia. Qui la loro truffa si trasforma in una serie di ricatti ed estorsioni per nome e ad insaputa del peggior gangster del paese in quel momento assente perché in America.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Il regista della pellicola, qui al suo penultimo lavoro, ha affermato che la trama è stata ispirata da un fatto di cronaca realmente accaduto in Italia proprio in quegli anni.[2]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il film mette insieme per la prima volta sul grande schermo quattro grandi attori della commedia italiana: Peppino De Filippo nei panni di Fra' Crispino, Aldo Fabrizi in quelli di Fra' Giocondo, Erminio Macario veste quelli di Fra' Martino mentre Nino Taranto interpreta Fra' Gaudenzio.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 31 agosto del 1962.[3]

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 la pellicola è stata distribuita su supporto DVD dalla Hobby & Work su licenza Forward S.r.l.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata un buon successo commerciale classificandosi al 30º posto tra i primi 100 film di maggior incasso della stagione cinematografica italiana 1962-1963.[4]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha raccolto critiche positive per aver saputo mettere insieme un gruppo di attori, appartenente alla stessa generazione e ritenuto un poker d'assi della risata con la regia di un vecchio lupo dello spettacolo all'altezza della situazione. Ma anche negative dove a parte qualche guizzo dei protagonisti il prodotto che il regista realizza viene definito nostalgico e anche patetico.[5]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Dopo questo film vengono realizzate altre 3 pellicole sempre con quattro protagonisti al centro delle vicende narrate: I 4 moschettieri, I 4 tassisti e Totò contro i quattro. Gli unici due attori a comparire in tutti e quattro i casi sono Aldo Fabrizi ed Erminio Macario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Chiti, Enrico Lancia, I film: Tutti i film italiani dal 1960 al 1969, Gremese, 2007, p. 154, ISBN 9788884405036.
  2. ^ Carlo Ludovico Bragaglia, Lamberto Antonelli, Ernesto G. Laura, Giovanna Mangiaracina, Nato col cinema Volume 9 di Collana di studi e ricerche, A.N.C.C.I., 1992, p. 106.
  3. ^ Cinema - Prime Visioni Torino, in Stampa Sera, nº 193, 1962, p. 5.
  4. ^ Stagione 1962-63: i 100 film di maggior incasso, hitparadeitalia.it. URL consultato il 19 giugno 2016.
  5. ^ I quattro monaci - Scheda del film, http://cinema.ilsole24ore.com. URL consultato il 19 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema