ISAAR(CPF)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

ISAAR (CPF), acronimo per International Standard Archival Autorithy Records for Corporate Bodies, Persons and Families[1], è uno degli standard descrittivi per gli archivi messo a punto da parte del Consiglio internazionale degli archivi tra il 1993 e il 1995, avente come scopo quello di dare delle indicazioni per la descrizione dei soggetti produttori degli archivi medesimi[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'ISAAR è uno standard di descrizione archivistica che ha come obiettivo quello di dare delle indicazioni su come individuare i soggetti produttori e descriverli autonomamente dai complessi archivistici. Tali elementi descrittivi sono, ovviamente, diversi a seconda della tipologia di soggetto produttore, ossia che sia un ente, una famiglia o una singola persona.

Lo standard, pubblicato dall'ICA (Council of international archives) nel 1996[3], fu riedito in seguito alla conferenza di Canberra del 2003[3], è separato nella descrizione archivistica dall'ISAD(G), standard finalizzato alla descrizione dei fondi, in quanto non sempre vi è specularità perfetta tra soggetto produttore e fondo, in quanto un fondo può essere originato da più soggetti produttori:

«Ci sono numerose ragioni per le quali la gestione separata di questo tipo di informazioni sul contesto è una componente essenziale della descrizione archivistica. Una prassi di questo genere permette di collegare tali informazioni alla descrizione della documentazione archivistica dello o degli stesso/i soggetto/i produttore/i che sia conservata in più istituzioni archivistiche, o alla descrizione di altre risorse quali materiale bibliografico e museale, riconducibili allo/agli stesso/i soggetto/i produttore/i. Tali connessioni migliorano le pratiche di gestione degli archivi e facilitano la ricerca.»

(ISAAR - documento, punto 1.5)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Nazioni Unite: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nazioni Unite