IIHF Continental Cup 2015-2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
IIHF Continental Cup 2015-2016
Competizione Continental Cup
Sport Ice hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Edizione XIX
Organizzatore IIHF
Date dal 2 ottobre 2015
al 10 gennaio 2016
Partecipanti 4 (17 alle qualificazioni)
Impianto/i Patinoire L'île Lacroix
Sede finale Rouen Francia
Risultati
Vincitore Francia Dragons de Rouen
(2º titolo)
Secondo Danimarca Herning Blue Fox
Terzo Polonia GKS Tychy
Quarto Italia Asiago Hockey 1935
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014-2015 2016-2017 Right arrow.svg

La 19ª edizione della Continental Cup è stata organizzata, come di consueto, dalla Federazione internazionale di hockey su ghiaccio. Con la conferma della Champions Hockey League, il torneo è tornato al ruolo di seconda competizione continentale.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

La formula rimase invariata rispetto alla riforma effettuata nella stagione precedente: dapprima si svolse un turno preliminare composto da quattro squadre (provenienti dagli ultimi 4 campionati secondo il ranking), la prima delle quali si qualificò al secondo turno; al secondo turno ci furono due gironi da quattro squadre, con 7 squadre qualificate per la posizione nel ranking e la vincitrice del primo turno. Le due vincenti passarono al terzo turno, che funzionò con lo stesso meccanismo: due gironi da 4, con 6 squadre qualificate per il ranking e le due vincenti del secondo turno.

Il girone finale (o Super Final) non vide neppure quest'anno squadre qualificate di diritto: si qualificarono le prime due classificate dei gironi del terzo turno. La sede di gioco venne scelta dunque tra le città di queste quattro squadre.

Squadre qualificate[modifica | modifica wikitesto]

Team Qualificazione
Ammesse al terzo turno
Danimarca Herning Blue Fox vincitori della regular season[1] della Metal Ligaen
Kazakistan Yertis Pavlodar vincitori del campionato kazako
Italia Asiago Hockey vincitori della Serie A[2]
Bielorussia Shakhtyor Soligorsk vincitori dell'Extraliga bielorussa
Francia Dragons de Rouen finalisti[3] della Ligue Magnus
Ucraina Kremenchuk finalisti[4] del campionato ucraino
Ammesse al secondo turno
Lettonia MOGO Riga vincitori del campionato lettone
Slovenia Jesenice vincitori del campionato sloveno
Ungheria Miskolci Jegesmedve vincitori del campionato ungherese
Spagna Jaca vincitori del campionato spagnolo
Regno Unito Coventry Blaze vincitori dell'Elite Ice Hockey League
Polonia GKS Tychy vincitori del campionato polacco
Romania Dunărea Galați vincitori del campionato rumeno
Ammesse al primo turno
Serbia Partizan Belgrado vincitori del campionato serbo
Israele Rishon Devils vincitori del campionato israeliano
Bulgaria CSKA Sofia vincitori del campionato bulgaro
Turchia Zeytinburnu Belediyespor vincitori del campionato turco

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

(Belgrado, Serbia)[5] 2-3-4 ottobre 2015

Team #1 Risultato Team #2
Rishon Devils HC Israele 4:14
(1:6; 3:4; 0:4)
Turchia Zeytinburnu Belediyesi
HK CSKA Sofia Bulgaria 12:4
(7:0; 4:1; 1:3)
Serbia HK Partizan
Rishon Devils HC Israele 1:7
(0:4; 0:2; 1:1)
Bulgaria HK CSKA Sofia
HK Partizan Serbia 1:4
(0:0; 0:3; 1:1)
Turchia Zeytinburnu Belediyesi
Zeytinburnu Belediyesi Turchia 5:9
(2:1; 3:3; 0:5)
Bulgaria HK CSKA Sofia
HK Partizan Serbia 9:1
(2:0; 5:0; 2:1)
Israele Rishon Devils HC

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Bulgaria PHK CSKA Sofia 9
2 Turchia Zeytinburnu Belediyesi BH 6
3 Serbia HK Partizan 3
4 Israele Rishon Devils HC 0

Come lo scorso anno, il CSKA Sofia vince il gruppo A ed accede al secondo turno. Tuttavia, a pochi giorni dall'inizio del secondo turno, la società, a causa di una grave crisi finanziaria, rinuncia a proseguire al torneo. L'IIHF commina quindi ai bulgari una multa di 5.000 franchi svizzeri ed invita i turchi del Zeytinburnu Belediyesi, secondi classificati, a partecipare alla seconda fase: anche il club turco rinuncia però a proseguire la manifestazione, a causa del mancato rinnovo di tutti i suoi più forti giocatori proprio a seguito dell'eliminazione dal torneo. Partecipano al secondo turno pertanto i serbi del Partizan di Belgrado.[6]

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

(Miskolk, Ungheria)[5] 23-24-25 ottobre 2015

Team #1 Risultato Team #2
HDD Jesenice Slovenia 3:1
(1:0; 2:1; 0:0)
Spagna HC Jaca
Miskolci Jegesmedvék JSE Ungheria 1:2
(0:0; 1:2; 0:0)
Lettonia HK Mogo
HK Mogo Lettonia 6:3
(0:2; 4:1; 2:0)
Spagna HC Jaca
HDD Jesenice Slovenia 3:4
(1:1; 0:1; 2:2)
Ungheria Miskolci Jegesmedvék JSE
HK Mogo Lettonia 4:1
(1:1; 1:0; 2:0)
Slovenia HDD Jesenice
HC Jaca Spagna 2:10
(1:1; 0:5; 1:4)
Ungheria Miskolci Jegesmedvék JSE

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Lettonia HK Mogo 9
2 Ungheria Miskolci Jegesmedvék JSE 6
3 Slovenia HDD Jesenice 3
4 Spagna HC Jaca 0

L'HK Mogo vince il gruppo B a punteggio pieno ed accede al terzo turno, gruppo D.

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

(Tychy, Polonia)[5] 23-24-25 ottobre 2015

Team #1 Risultato Team #2
CSM Dunărea Galaţi Romania 2:7
(0:2; 0:3; 2:2)
Regno Unito Coventry Blaze
GKS Tychy Polonia 26:0
(8:0; 5:0; 13:0)
Serbia HK Partizan
Coventry Blaze Regno Unito 12:1
(2:1; 5:0; 5:0)
Serbia HK Partizan
GKS Tychy Polonia 8:3
(4:0; 1:2; 3:1)
Romania CSM Dunărea Galaţi
HK Partizan Serbia 1:10
( 0:1 ; 1:4 ; 0:5 )
Romania CSM Dunărea Galaţi
Coventry Blaze Regno Unito 2:3
( 1:0 ; 0:0 ; 1:3 )
Polonia GKS Tychy

Il Partizan Belgrado partecipa al posto del CSKA Sofia.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Polonia GKS Tychy 9
2 Regno Unito Coventry Blaze 6
3 Romania CSM Dunărea Galaţi 3
4 Serbia HK Partizan 0

I polacchi del GKS Tychy vincono il gruppo C ed accedono al terzo turno, gruppo E, ai danni del Coventry Blaze che vengono raggiunti e superati negli ultimi dieci minuti del decisivo scontro diretto dell'ultima giornata in programma.

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

(Asiago, Italia) 20-21-22 novembre 2015

Team #1 Risultato Team #2
Yertis Pavlodar Kazakistan 11-2
(3:1; 3:0; 5:1)
Lettonia HK Mogo
Asiago Hockey Italia 1-2 dtr
(0:1; 1:0; 0:0; 0:0; 0-1)
Danimarca Herning Blue Fox
Herning Blue Fox Danimarca 5-2
(1:0; 2:1; 2:1)
Lettonia HK Mogo
Yertis Pavlodar Kazakistan 2-3
(0:1; 2:1; 0:1)
Italia Asiago Hockey
Herning Blue Fox Danimarca 3-0
(1:0; 0:0; 2:0)
Kazakistan Yertis Pavlodar
HK Mogo Lettonia 0-4
(0:0; 0:2; 0:2)
Italia Asiago Hockey

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Danimarca Herning Blue Fox 8
2 Italia Asiago Hockey 1935 7
3 Kazakistan Yertis Pavlodar 3
4 Lettonia HK Mogo 0

I danesi dell'Herning e l'Asiago Hockey (squadra di casa) si qualificano per la SuperFinal.

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

(Rouen, Francia) 20-21-22 novembre 2015

Team #1 Risultato Team #2
HK Kremenchuk Ucraina 0-6
(0:2; 0:3; 0:1)
Bielorussia Shakhtyor Soligorsk
Dragons de Rouen Francia 5-3
(1:2; 1:0; 3:1)
Polonia GKS Tychy
Shakhtyor Soligorsk Bielorussia 1-2
(0:0; 1:0; 0:2)
Polonia GKS Tychy
Dragons de Rouen Francia 7-3
(4:1; 2:0; 1:2)
Ucraina HK Kremenchuk
GKS Tychy Polonia 3-1
(2:0; 0:1; 1:0)
Ucraina HK Kremenchuk
Shakhtyor Soligorsk Bielorussia 0-1
(0:1; 0:0; 0:0)
Francia Dragons de Rouen

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Francia Dragons de Rouen 9
2 Polonia GKS Tychy 6
3 Bielorussia Shakhtyor Soligorsk 3
4 Ucraina HK Kremenchuk 0

I padroni di casa del Rouen ed i polacchi del Tychy si qualificano per la SuperFinal. Questo girone venne ricordato per le intemperanze dei tifosi polacchi che costrinsero a più interventi le forze dell'ordine francesi per contenerli, sia sugli spalti sia fuori dallo stadio.[7][8]

Super Final[modifica | modifica wikitesto]

Per l'ennesima volta, nonostante la candidatura di tutte e 4 le squadre coinvolte, per la sede della finale viene scelta la città francese di Rouen.

(Rouen, Francia) 8-9-10 gennaio 2016

Team #1 Risultato Team #2
Herning Blue Fox Danimarca 1-2
(0-0, 1-2, 0-0)
Polonia GKS Tychy
Asiago Hockey 1935 Italia 2-4
(1-2, 0-2, 1-0)
Francia Dragons de Rouen
Herning Blue Fox Danimarca 4-0
(0-0, 1-0, 3-0)
Italia Asiago Hockey 1935
Dragons de Rouen Francia 6-5
(4-2, 2-2, 0-1)
Polonia GKS Tychy
GKS Tychy Polonia 2-4
(0-1, 1-1, 1-2)
Italia Asiago Hockey 1935
Dragons de Rouen Francia 4-0
(2-0, 1-0, 1-0)
Danimarca Herning Blue Fox

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Francia Dragons de Rouen 9
2 Danimarca Herning Blue Fox 3
3 Polonia GKS Tychy 3
4 Italia Asiago Hockey 1935 3

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

IIHF Continental Cup.png Vincitori della Continental Cup: Francia Dragons de Rouen (2º titolo)

Vincitori della Continental Cup

Giallo e Nero.svg

Dragons de Rouen

Portieri: Julien Gaubert, Erwan Jaouen, Quentin Papillon, Dany Sabourin

Difensori: Tony Allouchery, Florian Chakiachvili, Patrick Coulombe (C), Olivier Dame-Malka, Aurélien Dorey, Ludovic Duchesne, Victor Durand, Pierrick Gourre, Baptiste Goux, Léo Guillemain, Brieuc Houeix, Tero Konttinen, Antonin Marcelle, Mark Matheson

Attaccanti: Nicolas Arrossamena, Fabien Colotti, Jérémy Delbaere, David Fritz-Dreyssé, François-Pierre Guénette (A), Valentin Jacques, Dan Koudys, Jason Krog, Olivier Labelle, Loïc Lampérier, Antoine Mony, Julien Msumbu, Vincent Nesa (C), Joël Perrault, Damien Raux, Marc-André Thinel, Yorick Treille (A), Sacha Treille

Staff Tecnico: Fabrice Lhenry (Allenatore), Ari Salo (Ass. allenatore)

I padroni di casa del Rouen, poco dopo aver vinto la coppa di Francia, rivincono il trofeo continentale (secondo trionfo per il team giallonero), garantendosi così l'accesso alla successiva edizione della CHL. Le altre tre squadre, a pari merito, vedono determinata la loro graduatoria in classifica in base alla differenza reti.

Premi individuali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I vincitori del campionato partecipano alla Champions Hockey League 2015-2016
  2. ^ Invitati a partecipare alla Champions Hockey League 2015-2016, gli stellati preferirono disputare la meno dispendiosa Continental, con l'obiettivo di vincerla (Fonte: intervista al Giornale di Vicenza)
  3. ^ I vincitori del campionato e della stagione regolare partecipano alla Champions Hockey League 2015-2016
  4. ^ I vincitori del campionato, l'ATEK Kiev, cessano l'attività
  5. ^ a b c Continental Cup: reso noto il programma. Ad Asiago un gruppo del terzo turno, su hockeytime.net, 21-06-2015. URL consultato il 22-06-2015.
  6. ^ http://www.hockeytime.net/2015/10/20/il-cska-sofia-rinuncia-alla-continental/
  7. ^ http://www.hockeytime.net/2015/11/23/rouen-domina-il-girone-di-casa-prima-assoluta-per-la-polonia-con-il-tychy/
  8. ^ Copia archiviata, su glacenews.blogspot.fr. URL consultato il 23 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 novembre 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Hockey su ghiaccio Portale Hockey su ghiaccio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hockey su ghiaccio