Hydropotes inermis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Capriolo d'acqua
Chinese water deer Stuffed specimen.jpg
Hydropotes inermis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Cervidae
Sottofamiglia Hydropotinae
Trouessart, 1898
Genere Hydropotes
Swinhoe, 1870
Specie H. inermis
Nomenclatura binomiale
Hydropotes inermis
Swinhoe, 1870
Sinonimi

Hydropotes affinis, Hydropotes argyropus, Hydropotes kreyenbergi

Il capriolo d'acqua (Hydropotes inermis) è un mammifero artiodattilo appartenente alla famiglia dei Cervidae. È l'unica specie del genere Hydropotes e della sottofamiglia Hydropotinae.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lunghezza 100 cm, altezza alla spalla 50 cm, coda 5 cm; è privo di corna. La groppa è situata più in alto rispetto al garrese, a causa delle potenti zampe posteriori visibilmente più lunghe di quelle anteriori. L'andatura in corsa è a salti, simile a quella dei conigli. È l'unico rappresentante della famiglia dei Cervidae ad essere dotato di ghiandole odorifere inguinali. La corta coda è praticamente invisibile, tranne che nella stagione degli amori, in cui viene spesso mantenuta eretta dal maschio. Le orecchie sono molto corte e arrotondate. Entrambi i sessi sono privi di corna, anche in età adulta.

La pelliccia è di colore biondo-bruno, con sparute macchie più scure, talvolta addirittura nere. Di un uniforme color avorio nella zona ventrale.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Lo si ritrova in Cina e in Corea.

Sottospecie[modifica | modifica wikitesto]

Ne sono note due sottospecie[1]:

  • Hydropotes inermis inermis
  • Hydropotes inermis argyropus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Hydropotes inermis, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi