Hy Brazil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'isola di Hy Brazil, posizionata a nord-ovest dell'Irlanda, in una mappa di Abraham Ortelius (1572).

Hy Brazil o Brazil o Brasil è un'isola leggendaria che si pensava esistesse nell'Oceano Atlantico. Plinio il vecchio la chiamò insulae purpuraricae e per secoli si ritenne la sua esistenza certa tanto che i geografi la disegnarono sulle loro carte fino al 1853.

Generalmente si ritenne che Hy Brazil si trovasse nel mezzo dell'oceano, a centinaia di miglia a ovest dell'Irlanda, anche se non mancò chi ne segnò la posizione a poca distanza dalle Azzorre.[1]

Essa apparve per la prima volta su una mappa di Angelino Dalorto nel 1325.[2]

Carta dei fratelli Pizigani, ove appaiono oltre ad Hy Brazil le altre due Brazil: Terceira e Mam.

Nella carta dei fratelli Pizigani del 1367 il nome Brazil è dato, oltre che a Hy Brazil, ad altre due isole: Mam, posta ad ovest del canale della Manica ed ad una delle isole Azzorre, Terceira.[3]

Etimologia del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'etimologia dei nomi Brasil e Hy-Brasil è sconosciuta, ma si pensa provenga dalla tradizione Irlandese, secondo la quale la parola Uí Breasail (che significa "discendenti (i.e., clan) del Breasal"), indicava uno degli antichi clans del Nord-Est Irlandese.Cfr. Nell'antico Irlandese: Í: isola; bres: bellezza, valore, grande, potenza.[4]

Nonostante la somiglianza, il nome della nazione del Brasile non ha nessun collegamento con la mitica isola. All'inizio venne chiamata Ilha de Vera Cruz (Isola della Vera Croce) e dopo Terra de Santa Cruz (Isola della Croce Sacra ) dagli esploratori Portoghesi che la scoprirono. Dopo qualche decennio, si iniziò a chiamarla "Brazil" (Brasil, in Portoghese) a causa dello sfruttamento degli alberi di Pernambuco(Brazilwood), a quel tempo unica esportazione dell'isola. In portoghese, il brazilwood è chiamato pau-brasil,con la parola brasil, "rosso come un tizzone" la cui etimologia deriverebbe, secondo l'opinione comune, dal latino: dalla parola brasa ("tizzone")e dal suffiso -il (da -iculum o -ilium).[5][6][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kemp, p. 104.
  2. ^ Johnson, p.209
  3. ^ Johnson, p.207
  4. ^ "Hy Brasil" A Dictionary of Celtic Mythology. James McKillop. University Press, 1998.
  5. ^ CNRTL – Centre National de Ressources Textuelles et Lexicales (FR)
  6. ^ Michaelis – Moderno Dicionário da Língua Portuguesa (PT)
  7. ^ iDicionário Aulete (PT)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peter Kemp, The Oxford companion to ships and the sea, Oxford University Press, 1976 (Granada Publishing Ltd, 1979).
  • Donald Johnson, Le isole fantasma, Casale Monferrato, PIEMME, 1997, ISBN 88-3842727-5.
geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia