Hostage (film 2005)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hostage
Hostage.jpg
Titolo originaleHostage
Paese di produzioneUSA
Anno2005
Durata113 min
Genereazione, poliziesco, drammatico, thriller
RegiaFlorent Emilio Siri
SoggettoRobert Crais
SceneggiaturaDoug Richardson
FotografiaGiovanni Fiore Coltellacci
MontaggioRichard Byard, Olivier Gajan
MusicheAlexandre Desplat
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hostage è un film del 2005 diretto da Florent Emilio Siri, con protagonista Bruce Willis, tratto dall'omonimo romanzo di Robert Crais.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jeff Talley è un poliziotto di Los Angeles, un negoziatore specializzato nel salvare ostaggi in situazioni delicate. L'uomo non riesce a risolvere una di queste operazioni perché non ha dato l'ordine ai cecchini di uccidere un rapitore schizoide quando era invece possibile: questi uccide moglie e figlio, togliendosi poi la vita. Il poliziotto si sente colpevole, soprattutto per non aver salvato il bambino, che gli muore tra le braccia. Traumatizzato dall'episodio, Talley si trasferisce con la famiglia in un paesino della California, dove diviene capo della polizia locale, ma si ritrova in una situazione ancora più complicata.

Tre giovani balordi tengono in ostaggio una famiglia, padre e due figli, in una lussuosa villa, ma non sanno che sono capitati nella casa sbagliata. Il padre, Walter Smith, infatti, è il contabile di una potente e misteriosa organizzazione per conto della quale ricicla e sposta ingenti capitali. Così viene rapita anche la famiglia di Talley e i rapitori dell'organizzazione criminale ricattano Jeff, gli dicono di dover entrare nella casa in cui è stata rapita la famiglia da parte dei tre ragazzi, armati tra l'altro di pistole, al fine di recuperare un DVD, contenente informazioni importanti per l'organizzazione criminale. Talley deve così compiere due missioni: salvare la famiglia Smith e la sua.

All'interno della villa, intanto, uno dei tre ragazzi colpisce e fa svenire il padre del ragazzo e della ragazza, il quale possiede quel DVD. Il figlio maschio riesce a mettersi in contatto con Talley e a dargli più informazioni possibili sui rapitori, poi viene chiesto al ragazzo rapito di prendere quel DVD. Dopo un'accurata visione della planimetria dell'abitazione e dopo aver ritrovato fiducia in sé stesso, Talley entra in azione e penetra nella villa per aiutare la ragazza e il ragazzo rapiti, giunge a un accordo con uno dei rapitori e riesce a farsi consegnare da loro papà Smith, mentre i due figli, nel frattempo, riescono a nascondersi dai rapitori. Il più feroce di costoro, lo psicopatico Mars, uccide però anche i suoi compagni e inizia la disperata e paurosa ricerca dei figli Smith e, dopo averli trovati, inizia a dar fuoco alla casa. Intanto l'organizzazione criminale assume il comando dell'operazione ed entra nella villa tentando di uccidere ogni persona che trova all'interno.

Con una macchina, Jeff sfonda il cancello d'entrata: una molotov lanciata da Mars arriva sul cruscotto incendiando l'auto ma Talley esce svelto e si mette alla ricerca degli ostaggi e nonni arrende quando Mars uccide due agenti dell'F.B.I. scagliando contro di loro altre molotov. Dpodiché Jeff trova i due ragazzi e cerca di scappare dalla casa, ma un agente armato li trova tutti e tre, ferisce Talley e, credendolo un membro dell'organizzazione criminale, lo costringe a consegnargli i DVD che gli aveva dato prima il ragazzino; poi dietro il federale spunta Mars con in mano delle molotov. Talley, per fortuna, estrae la pistola spara contro l'agente colpendo anche Mars, che ferito viene avanti, lancia una molotov lontano dai tre colpendo i soldi sparsi a terra, ma il fuoco investe anche lo stesso Mars, bruciando lui e anche il prezioso DVD; a Talley non resta che servirsi di Walter Smith per salvare la sua famiglia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema