Honda G'Dash

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Honda G'Dash
Bsv gp.JPG
Costruttore Giappone  Honda
Tipo Scooter
Produzione dal 1989 al 1990
Stessa famiglia Honda Dio

L'Honda G' - DASH (codice modello Su50Mk) è uno scooter da 50 cm³ prodotto dalla casa motociclistica giapponese Honda nel 1989 e importato l'anno successivo in Italia con il nome di BSV Gp. In entrambi i casi il nome di questo scooter sottolinea il carattere sportivo dello stesso: G' - DASH infatti è il simbolo dell'accelerazione, Gp il nome con il quale vengono da sempre contraddistinte le competizioni sportive motociclistiche.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Si stima che nel 1990 ne vennero importati in Italia circa 3.000 unità; al momento della consegna presso i concessionari ogni mezzo fu provvisto di nuovi documenti di circolazione conformi alle normative italiane e nuovi adesivi riportanti il logo dell'importatore che andavano a sostituire gli adesivi originali Honda.

Le colorazioni disponibili erano soltanto 2: nero (NH-1) e rosso (R-134) ed il prezzo al pubblico era di 2.800.000 lire. Nel 1990, dopo appena un anno dalla sua produzione la Honda decise di terminare la produzione di questo scooter continuando, con crescente successo, la produzione dei modelli della famiglia Honda Dio.

Nonostante l'Honda G' - DASH fosse stato prodotto un anno dopo rispetto al primo modello Honda Dio (importato in Italia con il nome di BSV Sp) ed avesse in comune con lo stesso numerosi elementi meccanici come il motore raffreddato ad aria, fu l'unico scooter di indole marcatamente sportiva ad utilizzare forcelle telescopiche e telaio monotrave con serbatoio a cascata posizionato sotto alla sella. Quest'ultima soluzione lo rese privo del caratteristico vano sottosella.

Nei primissimi anni novanta fu impiegato con successo da molti piloti che parteciparono alle prime edizioni dei trofei destinati agli scooter fino a quando, con l'avvento dei mezzi Piaggio con motore raffreddato ad acqua, fu segnato un incolmabile gap di prestazioni che lo spinse ai margini delle competizioni destinate a questi mezzi. Di fatto la definitiva uscita di scena dal Trofeo Italiano Scooter avvenne soltanto quando la FMI decise di introdurre la regola del divieto del cambio della centralina originale: gli Honda Dio a differenza degli scooter Piaggio erano infatti dotati all'origine di centralina elettronica provvista di limitatore di giri, la cui sostituzione era fondamentale per poter sfruttare appieno delle alte prestazioni del mezzo.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Honda G'Dash - Tipo= A-AF23
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 1585 × 650 × 1005 mm
Altezze Sella: 715 mm - Minima da terra: 110 mm
Interasse: 1140 mm Massa a vuoto: Serbatoio: 3.6 l
Meccanica
Tipo motore: AF18E (monocilindrico raffreddato ad aria a 2 tempi) Raffreddamento: Ad aria
Cilindrata 49 cm³ (Alesaggio 39,0 x Corsa 41,4 mm)
Distribuzione: Alimentazione: Carburatore PB80
Potenza: Coppia: massima (kg-m/rpm): 0,73 / 6.500 Rapporto di compressione: 7,2
Frizione: Centrifuga Cambio: Variomatic
Trasmissione Ingranaggi
Avviamento Elettrico ed a pedale
Ciclistica
Telaio Underbone
Sospensioni Anteriore: Forcella telescopica / Posteriore: Monoammortizzatore
Freni Anteriore: Sistema idraulico con disco / Posteriore: A tamburo
Pneumatici 80/80-10 34J
Fonte dei dati: http://www.honda.co.jp/news/1989/2890118.html

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]