Holding the Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Holding the Man
Holding the Man.jpg
I due protagonisti in una scena del film
Titolo originaleHolding the Man
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneAustralia
Anno2015
Durata128 min
Generedrammatico, biografico, sentimentale
RegiaNeil Armfield
SoggettoTimothy Conigrave (memorie)
SceneggiaturaTommy Murphy
ProduttoreKylie Du Fresne
Produttore esecutivoRosemary Blight, Ben Grant, Cameron Huang, Andrew Mackie, Richard Payten, Tristan Whalley
Casa di produzioneGoalpost Pictures
FotografiaGermain McMicking
MontaggioDany Cooper
MusicheAlan John
ScenografiaJosephine Ford
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Holding the Man è un film del 2015 diretto da Neil Armfield, basato sull'omonimo libro di memorie di Timothy Conigrave.

Il film racconta, nell'arco di quindici anni, la vera storia d'amore tra John Caleo e Timothy Conigrave, raccontata nell'omonimo libro autobiografico. Il libro ha anche ispirato un'opera teatrale di successo in Australia, scritta nel 2006 da Tommy Murphy, autore anche della sceneggiatura del film.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1976, l'aspirante attore Timothy Conigrave frequenta lo Xavier College di Melbourne, un istituto privato cattolico, dove conosce John Caleo, promettente giocatore di rugby. Tra i due nasce una forte attrazione che li porta a vivere un legame profondo, che genera scandalo tra i loro compagni di scuola, i loro insegnanti e le rispettive famiglie. Tra alti e bassi, la loro storia d'amore durerà per oltre quindici anni, fino agli anni ottanta quando entrambi scopriranno di essere sieropositivi. I due innamorati rimarranno legati anche nella malattia, fino alla morte di John, avvenuta nel 1992.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese si sono tenute principalmente a Melbourne, alcune scene sono state girate a Sydney e nell'isola di Lipari.[2] Le riprese hanno avuto una pausa di sette settimane per permettere all'attore Craig Stott di perdere peso, per mostrare i segni della malattia del suo personaggio.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima al Sydney Film Festival, il 14 giugno 2015,[4] e successivamente al Melbourne International Film Festival. Verrà distribuito nelle sale cinematografiche australiane il 27 agosto 2015.[5]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora del film è stata pubblicata il 21 agosto 2015.[6]

  1. Sydney Philharmonia Motet Choir, Sydney Philharmonia Orchestra, Antony Walker - Gloria In D Major, Rv589: I. Gloria In Excelsis Deo
  2. T. Rex - 20th Century Boy
  3. Roger Hodgson - Dreamer
  4. Dragon - This Time
  5. Masters Apprentices - Because I Love You
  6. Bronski Beat - I Feel Love
  7. Dave Mason - Quasimodo's Dream
  8. Pete Shelley - Homosapien (Dub Mix)
  9. Blue Öyster Cult - Don't Fear The Reaper
  10. Kaarin Fairfax and The Wikimen - Too Far Gone
  11. Rufus Wainwright - Forever And A Year
  12. Luca Crothers And The Sydney Chamber Choir - In The Bleak Midwinter
  13. Bryan Ferry - Let's Stick Together
  14. Rockmelons - Love's Gonna Bring You Home
  15. Alan John - A Pair Of Star-Cross'd Lovers
  16. Alan John - The Streak
  17. Alan John - Floating Free/Christmas Angels
  18. Phil Slater, Jackson Harrison, Brett Hirst, Toby Hall - The Secret's Out
  19. Alan John - Bob's Descent Into Hell

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 'Holding the Man': Sydney Review, hollywoodreporter.com. URL consultato il 3 agosto 2015.
  2. ^ Holding the Man, mymovies.it. URL consultato il 3 agosto 2015.
  3. ^ (EN) Goalpost finds lovers for Holding The Man, screendaily.com. URL consultato il 3 agosto 2015.
  4. ^ (EN) Sydney Film Festival 2015 review: Holding the Man matches humour with devastation, smh.com.au. URL consultato il 3 agosto 2015.
  5. ^ (EN) HOLDING THE MAN - CHARITY GALA SCREENING, acon.nationbuilder.com. URL consultato il 3 agosto 2015.
  6. ^ (EN) Holding The Man - Ost, jbhifi.com.au. URL consultato il 3 agosto 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]