Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Hojjatoleslam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ḥojjatoleslām (pron: Hoggiatoleslàm), in Persiano Ḥojjatol-Eslām o ḥojjatol-eslām wa l-muslimīn, (in arabo: حجة الإسلام‎, Ḥujjat al-Islām), è un titolo onorifico che significa «prova dell'Islam» o «autorità relativamente all'Islam».

Questo titolo è dato ai religiosi sciiti che sono mujtahid. Inizialmente era titolatura propria degli esponenti principali di tale versione dell'Islam ma, a partire dal XIX secolo, è stato esteso per tutti i mujtahid, essendo stato coniato quello di Ayatollah per i pensatori di maggiore dottrina.

Oggi, particolarmente in Iran, può essere dato a qualsiasi religioso, anche a chi non ha il rango di mujtahid.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli studenti dei seminari sciiti (Hawza) cominciano i loro studi imparando fiqh, kalam, hadith, tafsir, filosofia e letteratura araba.

Quando infine essi padroneggiano queste materie, possono allora fregiarsi del titolo di Ḥojjatoleslām e mirare a quello di mujtahid, studiando testi avanzati di saṭḥ, e frequentando corsi di khārij.[1]

Elenco di importanti Ḥojjatoleslām[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chibli Mallat, The Renewal of Islamic Law: Muhammad Baer as-Sadr, Najafand the Shi'i International (Cambridge, Cambridge University Press, 1993, pp. 39-41) identifica tre livelli di studio: un primo ciclo, un secondo (relativo ai tecnicismi della giurisprudenza razionale "deduttiva", chiamato saṭḥ (pl. suṭūḥ), "fioritura", "espansione", e un terzo riguardante gli studi più avanzati, chiamato baḥth khārij.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Yitzhak Nakash, The Shi'is of Iraq, Princeton, NJ, Princeton University Press, 1994.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]