Hoensbroek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hoensbroek
wijk
(NL) Hoensbroek/(LI) Gebrook
Hoensbroek – Stemma
Hoensbroek – Veduta
Il castello di Hoensbroek
Localizzazione
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Provincia NL-LimburgVlag.svg Limburgo
Comune Heerlen
Territorio
Coordinate 50°55′15″N 5°55′36″E / 50.920833°N 5.926667°E50.920833; 5.926667 (Hoensbroek)Coordinate: 50°55′15″N 5°55′36″E / 50.920833°N 5.926667°E50.920833; 5.926667 (Hoensbroek)
Abitanti 19 972
Altre informazioni
Lingue Olandese, Limburghese
Cod. postale 6430–6433
Prefisso (+31)
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
Hoensbroek
Hoensbroek
Hoensbroek – Mappa
Hoensbroek: la chiesa di san Giovanni Evangelista
Hoensbroek: l'ex-miniera Emma
Lo stadio di Hoensbroek

Hoensbroek (pron.: /'huŋsbruk/; in limburghese: Gebrook[1]) è una cittadina di circa 20.000 abitanti del sud-est dei Paesi Bassi, facente parte della provincia del Limburgo e situata nella regione di Parkstad[1], al confine con la Germania[2]. Dal punto amministrativo, si tratta di un ex-comune[1][3], dal 1982[1] annesso alla municipalità di Nuth[3] e poi a quella di Heerlen[1][3]

La località è un-ex centro agricolo e poi minerario.[1][4]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della città, attestato anticamente come de Bruke (1198)[1], In Ghene Bruke (1388)[1] e Honsbroek (1631)[1], è formato dal nome di un casato nobiliare, gli Hoen, a cui è stato aggiunto il termine antico olandese bruke, che indica un'area paludosa.[1]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Collocazione[modifica | modifica wikitesto]

Hoensbroek si trova nella parte sud-orientale della provincia del Limburgo, nelle immediate vicinanze delle città di Sittard, Brunssum, Heerlen, Landgraaf, Kerkrade e Simpelveld.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi insediamenti in loco risalgono all'epoca romana.[1]

Fino al 1388 la località faceva parte della signoria di Heerlen.[3] Nel 1360/1388, Herman Hoen, appartenenente al casato di Hoen, costruì nella località un castello.[1]

Nel 1913 fu aperta a Hoensbroek la miniera Emma, una miniera per l'estrazione del carbone[1][4], che poi sarebbe poi rimasta attiva per 60 anni[1].

Prima dell'apertura della miniera, Hoensbroek contava appena 1.500 abitanti.[1] La popolazione divenne poi di 10.000 abitanti[1] nel 1920 e di 20.000 dopo la seconda guerra mondiale[1].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Castello di Hoensbroek[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Castello di Hoensbroek.

Tra gli edifici principali di Hoensbroek, figura il castello, un edificio di origine medievale, ampliato nel corso del XVII e XVIII secolo.[4]

Piccola chiesa di San Giovanni[modifica | modifica wikitesto]

Altro edificio d'interesse è la piccola chiesa di san Giovanni, eretta nel 1137 circa.[5]

Chiesa di San Giovanni Evangelista[modifica | modifica wikitesto]

Altra chiesa di Hoensbroek è quella dedicata a san Giovanni Evangelista.[6]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio locale è l'EHC[7]

Persone legate a Hoensbroek[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q Hoensbroek su Plaatsengids
  2. ^ a b Harmans, Gerard M.L. (a cura di), Olanda, Dorling Kindersley, London, 2005 - Mondadori, Milano, 2003, pp. 366-368
  3. ^ a b c d Hoensbroek su Nederlandse Gemeentewapens
  4. ^ a b c Harmans, Gerard M.L. (a cura di), op. cit., p. 378
  5. ^ De kleine "St. Janskerk" van Hoensbroek
  6. ^ Hoensbroek, St Jansstraat - Joannes Evangelist su ReliWiki
  7. ^ EHC Hoensbroek su Hollandse Velden
  8. ^ Pé Hawinkels su Biografisch Woordenboek Gelderland
  9. ^ Max van Heeswijk su Mémoire du Cyclisme
  10. ^ Pierre Heijboer (1937-2014) su Villamedia
  11. ^ Hoogakker, Will su Musicanet
  12. ^ Componist en dirigent Jef Penders overleden su 1Limburg, 17-04-2015
  13. ^ Slanghen, Egidius (burgemeester Hoensbroek) su Rijckheyt.nl
  14. ^ Klaas de Vries - Sito ufficiale: Biografie

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN248732431 · GND: (DE4638264-1
Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paesi Bassi