Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Hliðskjálf (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hliðskjálf
Artista Burzum
Tipo album Studio
Pubblicazione 1999
Durata 33 min : 42 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere Dark ambient
Etichetta Misanthropy Records/Cymophane
Produttore Varg Vikernes
Burzum - cronologia
Album precedente
(1997)
Album successivo
(2010)

Hliðskjálf è il sesto album di Burzum pubblicato nel 1999.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

In Hliðskjálf (il cui nome è preso dall'omonimo trono di Odino), come nel precedente Dauði Baldrs le tematiche affrontate sono afferenti alla mitologia norrena ma a differenza di quest'ultimo non si tratta di un concept album bensì di otto episodi staccati. Questo disco è il secondo capitolo di una trilogia che resta incompiuta per scelta dello stesso Varg Vikernes, il quale si è dichiarato stanco della scena musicale e di non poter comporre liberamente.

Il disco è uscito in diversi formati: CD digipack per la Misantrophy; LP dorato limitato per la Misantrophy; LP limitato a 1000 copie ristampato nel 2005 per la Back on Black.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La traccia finale, Der weinende Hadnur, è il rifacimento di The Crying Orc canzone strumentale comparsa nel primo album omonimo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Tuistos Herz – 6:13
  2. Der Tod Wuotans – 6:43
  3. Ansuzgardaraiwô – 4:28
  4. Die Liebe Nerþus’ – 2:14
  5. Frijôs einsames Trauern – 6:15
  6. Einfüḩlungsvermögen – 3:55
  7. Frijôs goldene Tränen – 2:38
  8. Der weinende Hadnur – 1:16

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal