Hipposideros coxi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hipposideros coxi
Immagine di Hipposideros coxi mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Hipposideridae
Genere Hipposideros
Specie H.coxi
Nomenclatura binomiale
Hipposideros coxi
Shelford, 1901

Hipposideros coxi (Shelford, 1901) è un pipistrello della famiglia degli Ipposideridi endemico del Borneo.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza dell'avambraccio tra 53 e 55 mm e un peso fino a 10 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Il colore generale del corpo è marrone scuro. Le orecchie sono molto grandi, triangolari, larghe alla base e con una concavità sul bordo posteriore appena sotto la punta smussata. L'antitrago è ben sviluppato e provvisto di una piega interna prominente. La foglia nasale presenta una porzione anteriore molto grande che copre completamente il muso e con due fogliette laterali supplementari, una porzione intermedia larga con una cresta longitudinale centrale e due fogliette triangolari laterali, una porzione posteriore alta, provvista di tre setti che la dividono in quattro celle, con le due più interne molto più larghe delle esterne, le quali sono invece molto piccole. Nei maschi è presente una sacca frontale. Le membrane alari sono attaccate posteriormente sui metatarsi. La coda è lunga e si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio. Il primo premolare superiore è piccolo e situato fuori la linea alveolare.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è conosciuta soltanto sul monte Penrisen, nella parte sud-occidentale dello stato malese di Sarawak, nel Borneo.

Vive a circa 1.280 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerata la mancanza di informazioni recenti sull'areale, lo stato di conservazione e i requisiti ecologici, classifica H.coxi come specie con dati insufficienti (DD).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Francis, C., Kingston, T. & Gumal, M. 2008, Hipposideros coxi su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2015.2, IUCN, 2015.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Hipposideros coxi in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Payne & Francis, 1985

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Charles M.Francis & Junaidi Payne, A Field guide to the Mammals of Borneo, Sabah Society, Malaysia, 1985, ISBN 9789679994711.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi