Heterotrichea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Heterotrichea
Stentor roeseli composite image.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Protista
Phylum Ciliophora

Heterotrichea è una classe di ciliati. Sono organismi monocellulari che hanno tipicamente una fascia di membranelle adorali che circondano la zona della cavità boccale (peristoma), utilizzate nella locomozione e per cibarsi, e delle ciglia più corte nel resto del corpo. Molte specie sono altamente contrattili, e sono tipicamente di forma compressa o conica[1]. Includono alcuni dei più grandi protozoi, quali lo Stentor e lo Spirostomum, così come molte forme brillantemente pigmentate, quali certi Blepharisma.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine heterotrichea deriva dal greco antico: ἕτερος, eteros, con il significato di “un altro, differente”, e dal greco antico: θρίξ, thris e τριχός, trixos, che significa “capello, pelo”[2][3], a causa del contrasto tra le regolari ciglia somatiche e quella della zona orale[4].

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo è caratterizzato da un certo numero di dettagli strutturali. Le ciglia del corpo sono dikinetidi, nei quali il kinetosoma anteriore o entrambi possono essere ciliati, e che sono associati a fibre composte di microtubuli posticiliari sovrapposti, chiamati postciliodesmata, presenti solo in questo gruppo e in quello strettamente collegato dei Karyorelictea. Una serie di polykinetidi orali, ciascuno contenente due o tre fila di kinetosomi, supporta le membranelle. Queste corrono dalla sinistra alla parte anteriore della bocca, e spesso escono a spirale dalla cavità orale. Il macronucleo è diviso da microtubuli esterni, mentre nei Karyorelictea è formato dalla differenziazione di micronuclei e in tutti gli altri ciliati è diviso da microtubuli interni.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Tradizionalmente gli Heterotrichea venivano considerati un sottogruppo degli Spirotrichea, ma lavori più recenti hanno dimostrato non essere legati agli altri gruppi qui classificati: di conseguenza vengono generalmente assegnati ad un propria classe[5]. La posizione di alcuni ordini però non è chiara, e Lynn ha suggerito di riclassificare alcuni di essi negli Spirotrichea ed altri nella nuova classe Armophorea.[6]

Tassonomia[7][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Christopher S. Lobban e María Schefter, Biocommunication of Ciliates, Springer International Publishing, 2016, pp. 305–326, DOI:10.1007/978-3-319-32211-7_17, ISBN 9783319322094. URL consultato il 12 giugno 2017.
  2. ^ Anatole Bailly, Abrégé du dictionnaire grec français, Hachette, 1981, ISBN 2010035283. URL consultato il 12 giugno 2017.
  3. ^ BAILLY en ligne, su www.tabularium.be. URL consultato il 12 giugno 2017.
  4. ^ Denis H. Lynn, The Ciliated Protozoa: Characterization, Classification, and Guide to the Literature. 3rd Edition., Springer, 2008, pp. 129, ISBN 978-1-4020-8238-2.
  5. ^ Heterotrichea taxonomy, su ncbi.nlm.nih.gov.
  6. ^ Shazib SU, Vďačný P, Kim JH, Jang SW, Shin MK, Phylogenetic relationships of the ciliate class Heterotrichea (Protista, Ciliophora, Postciliodesmatophora) inferred from multiple molecular markers and multifaceted analysis strategy, in Mol. Phylogenet. Evol., 78C, Maggio 2014, pp. 118-135, DOI:10.1016/j.ympev.2014.05.012, PMID 24859684.
  7. ^ Tassonomia dal Catalogue of Life, su catalogueoflife.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia